In Arpa Campania formazione per il monitoraggio dei fiumi

Si è chiuso di recente il corso di formazione sul monitoraggio biologico dei corsi d’acqua, destinato al personale della Regione Campania e di Arpac che si occupa del ciclo integrato delle acque.

Si è chiuso di recente il corso di formazione sul monitoraggio biologico dei corsi d’acqua, destinato al personale della Regione Campania e di Arpac che si occupa del ciclo integrato delle acque. È la prima volta che nel panorama istituzionale campano si organizza un’iniziativa formativa su argomenti quali il sistema di classificazione delle acque superficiali e la specifica rete di monitoraggio Arpac. Il programma del corso, curato dal settore agenziale che si occupa dei monitoraggi ambientali, si è articolato in quattro appuntamenti, dal 10 novembre al primo dicembre nella sede centrale dell’Agenzia, a Napoli.

L’iniziativa ha fornito ai partecipanti le conoscenze necessarie per la pianificazione e la conduzione dei monitoraggi delle acque superficiali. I quattro appuntamenti hanno rappresentato anche uno strumento per applicare correttamente i protocolli di campionamento dei cosiddetti Elementi di qualità biologica, che forniscono preziose informazioni sullo stato ambientale delle acque superficiali: tra questi, i macroinvertebrati bentonici, le diatomee bentoniche, le macrofite e la fauna ittica. Con il potenziamento dei monitoraggi delle acque superficiali, si compie un significativo passo avanti nella conoscenza delle condizioni dell’ambiente in Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *