Appa Bolzano: per emergenze ambientali attivi due servizi di reperibilità

Parte della strumentazione di misura e campionamento a disposizione del servizio di reperibilità (foto: Appa Bolzano)L’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano interviene in caso di emergenze ambientali nei diversi settori di competenza. Oltre alle attività istituzionali offre supporto ad altri enti nella valutazioni di situazioni di salute pubblica.

All’interno dell’Agenzia operano, oltre agli uffici preposti al controllo e tutela, anche due gruppi di reperibilità che intervengono rispettivamente in situazioni di emergenze chimiche (incendi industriali, fuoriuscita di materiali pericolosi, fughe di sostanze tossiche,…) e di rischio contaminazioni di acque e suolo. I gruppi di reperibilità garantiscono un’operatività 24h  e sono dotati di diversi strumenti di rilevazione istantanei e di campionamento. In caso di emergenza, i vigili del fuoco e il personale della protezione civile della Provincia possono contattare l’addetto/a reperibile per richiedere un eventuale intervento in loco.

Tra le emergenze ambientali affrontate recentemente segnaliamo lo smarrimento di un misuratore di livello contenente una sorgente radioattiva all’interno di un’acciaieria a Bolzano. Tale sorgente radioattiva era utilizzata per tenere sotto controllo i processi dentro le lingottiere. Lo smarrimento si è verificato nel corso di lavori di manutenzione.

La sorgente radioattiva ritrovata all’interno dello stabilimento di Bolzano

Nel caso specifico l’intervento del Laboratorio di chimica fisica, competente per il settore radioattività, ha previsto l’esecuzione di misure di controllo sui materiali in uscita dallo stabilimento. Parallelamente sono state intensificate le attività di controllo del materiale in entrata ai forni, che hanno infine permesso il recupero della sorgente radioattiva in sicurezza e senza rischi per i lavoratori e la popolazione.
Leggi tutta la news sul sito web dell’Appa Bolzano.

Giornata dell’ambiente: in Alto Adige focus sui due laghi in bacini calcarei

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente del 5 giugno, in Alto Adige l’attenzione è puntata sui due unici laghi in bacini calcarei, a Braies e Monguelfo.

Il Laboratorio biologico dell’Agenzia provinciale per l’ambiente ed Eurac Research hanno individuato i profondi laghi in bacini calcarei quale tipologia dei corpi idrici 2017. Lo scopo di questa iniziativa è di far conoscere meglio l’importanza ecologica di questo ecosistema. Grandi laghi e corsi d’acqua sono stati suddivisi in tipologie idriche seguendo i criteri stabiliti dalla legge. Fra queste tipologie è stata inserita anche quella dei profondi laghi alpini che si trovano in zone calcaree, dislocati fra gli 800 e i 2000 m, con profondità superiore a 15 m e circondati da un territorio calcareo. In Alto Adige solamente due laghi rientrano in questa categoria: il lago di Braies e il lago bacino di Monguelfo.

Durante i mesi invernali ed estivi i laghi sono caratterizzati da una stratificazione termica, con temperature costanti attorno ai 4 gradi in profondità. Questa stratificazione viene meno durante le stagioni di transizione, primavera ed autunno, durante le quali grazie ai cambiamenti della temperatura delle masse d’acqua superficiali, si osserva un vero e proprio rimescolamento non solo termico, ma anche delle sostanze nutrizionali e dell’ossigeno disciolto nell’acqua. Inoltre, essendo questo tipo di laghi inseriti in un ambiente calcareo, si possono avvalere di una grande capacità tampone, ovvero riescono a neutralizzare immissione acide (quali per esempio le piogge acide) mantenendo il valore del pH dell’acqua pressoché inalterato.

Laghi montani profondi con bacino imbrifero calcareo come il lago di Braies sono poveri di nutrienti e ospitano specie che prediligono ambienti con basse concentrazioni di nutrienti. La specie di dittero Prodiamesa olivacea si trova particolarmente bene in questi ambienti freddi e ricchi di ossigeno. Anche alcune alghe unicellulari appartenenti al gruppo delle diatomee vengono spesso rinvenute nel Lago di Braies e confermano la natura di questo ambiente lacustre.

Ulteriori informazioni sui laghi altoatesini, metodi d’analisi, qualità delle acque, contromisure in caso insorgano dei problemi e qualità dei laghi balneabili sono disponibili sul sito web dell’Appa Bolzano.

Alto Adige: per i 25 anni di Ecolabel video, spot e manifesti sui bus

L’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano partecipa alle celebrazioni per i 25 anni del marchio Ecolabel UE con diverse iniziative locali: spot radiofonici su emittenti altoatesine, video sul canale Youtube provinciale, manifesti pubblicitari sugli autobus e interviste radiofoniche.

Continua a leggere Alto Adige: per i 25 anni di Ecolabel video, spot e manifesti sui bus

Regolamenti europei REACH/CLP: a Bolzano manifestazione informativa

Venerdì 12 maggio 2017 si è tenuta alla Camera di commercio di Bolzano una manifestazione informativa dal titolo “Diamo una regolata alla chimica” sul tema dei regolamenti europei REACH e CLP concernenti l’importazione, la produzione e l’utilizzo di sostanze chimiche da parte delle imprese.

Continua a leggere Regolamenti europei REACH/CLP: a Bolzano manifestazione informativa

Siccità, l’Alto Adige in aiuto al Veneto per garantire l’approvvigionamento idrico potabile

La siccità di questo inverno stava provocando nel bacino imbrifero del fiume Adige una situazione di scarsità delle risorse idriche. Il tema è stato affrontato nel corso di numerosi incontri dell’Osservatorio interregionale permanente delle Alpi orientali. Avanzate proposte per la gestione delle criticità.

Continua a leggere Siccità, l’Alto Adige in aiuto al Veneto per garantire l’approvvigionamento idrico potabile

Scuola.Ambiente, un pacchetto di proposte per le scuole dell’Alto Adige

L’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano propone ogni anno vari progetti di educazione ambientale attraverso il pacchetto Scuola.Ambiente. Le proposte sono rivolte a tutte le scuole dell’Alto Adige: scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e scuole professionali. Continua a leggere Scuola.Ambiente, un pacchetto di proposte per le scuole dell’Alto Adige

Rifiuti trentini smaltiti a Bolzano, firmata l’intesa tecnica

L’accordo, siglato tra le Agenzie per l’ambiente, prevede che i rifiuti urbani del Trentino siano trattati nel termovalorizzatore di Bolzano e contestualmente che i rifiuti organici siano trattati nell’impianto di Cadino. «Così rafforziamo il partenariato strategico con Trento nell’ambito della tecnica per la tutela dell’ambiente», sottolinea il direttore dell’Appa Bolzano, Flavio Ruffini. Leggi il resto>

Cellulari e smartphone: consigli pratici per un uso più consapevole

La telefonia mobile e i sistemi di comunicazione in genere sono parte integrante della nostra vita e difficilmente vi possiamo rinunciare. Spesso ci concentriamo sulle infrastrutture della rete, come le antenne e le stazioni radio base. Di questo si occupano le Arpa/Appa istituzionalmente coinvolte negli iter autorizzativi. Continua a leggere Cellulari e smartphone: consigli pratici per un uso più consapevole

Alto Adige verso Klimaland, positive verifiche nella tutela del clima

L’Alto Adige ha pubblicato nel 2011 il Piano clima energia 2050 con l’obiettivo di consolidare il ruolo di battistrada nella politica di mitigazione al cambiamento climatico. Gli obiettivi principali: migliorare l’efficienza energetica, ridurre i consumi pro capite e le emissioni di CO2 , sostituire le fonti fossili con quelle rinnovabili.

Continua a leggere Alto Adige verso Klimaland, positive verifiche nella tutela del clima

Nuova era nella gestione idroelettrica dei corsi d’acqua in Alto Adige

Approvate le linee guida che garantiscono ai Comuni rivieraschi fondi di compensazione ambientale anche per le concessioni di medie centrali idroelettriche.

Continua a leggere Nuova era nella gestione idroelettrica dei corsi d’acqua in Alto Adige