Il monitoraggio delle acque di balneazione pugliesi

Il ruolo di Arpa Puglia e i risultati per il periodo 2010-2016. La qualità delle acque è stata valutata in 674 punti (di cui 614 per le acque marino-costiere e 60 per le acque di transizione), con frequenza mensile nel periodo aprile-settembre di ogni anno.

Continua a leggere Il monitoraggio delle acque di balneazione pugliesi

Puglia: il fenomeno del consumo di suolo in fascia costiera

Il consumo di suolo costiero non
sembra arrestarsi in Puglia: tra il 2015 e il 2016, nella fascia fra 0-300 metri dalla linea di costa, si perde terreno per quasi 500 mq al giorno e per circa 2000 mq nei primi 1000 metri dalla riva.

Continua a leggere Puglia: il fenomeno del consumo di suolo in fascia costiera

Pericolo amianto, come intervenire?

Il tema dell’amianto non trova i cittadini sprovveduti. E’ quanto emerge dalle richieste e segnalazioni che quotidianamente pervengono agli uffici per i rapporti con il pubblico delle Agenzie ambientali e di Ispra. Continua a leggere Pericolo amianto, come intervenire?

Il monitoraggio delle acque di balneazione in Puglia: i dati sul sito di Arpa

Arpa Puglia nel periodo fra aprile e settembre di ogni anno effettua campionamenti e analisi con frequenza almeno mensile per verificare l’idoneità alla balneazione in 676 aree presenti sul territorio regionale.

Continua a leggere Il monitoraggio delle acque di balneazione in Puglia: i dati sul sito di Arpa

Problemi di rumore, che faccio? Le risposte delle Agenzie ai cittadini

Sebbene poco numerose dal punto di vista quantitativo, le richieste di controlli sul rumore impegnano le Agenzie in modo significativo. Solitamente giungono attraverso telefonate, mail e lettere agli uffici Urp, per poi essere processate dai dipartimenti scientifici, della comunicazione e delle direzioni generali. Continua a leggere Problemi di rumore, che faccio? Le risposte delle Agenzie ai cittadini

Una prima valutazione delle microplastiche lungo le coste pugliesi

I risultati che emergono dalla campagna di monitoraggio effettuata in Puglia fanno emergere l’elevata concentrazione media di microplastiche rinvenute ( anche in confronto ad altri mari) e una distribuzione eterogenea, che sembra determinata più da fattori idrologici su ampia scala che da fattori locali.

Continua a leggere Una prima valutazione delle microplastiche lungo le coste pugliesi

Le polveri sahariane nel PM10, uno studio di Arpa Puglia

La direttiva sulla qualità dell’aria 2008/50/CE permette agli Stati membri di sottrarre il contributo delle fonti naturali dai livelli di PM10, prima di confrontare questi ultimi ai limiti di legge. Le fonti naturali prese in considerazione sono: il trasporto di particolato da regioni aride, lo spray marino, le eruzioni vulcaniche e attività sismiche, gli incendi naturali.

Continua a leggere Le polveri sahariane nel PM10, uno studio di Arpa Puglia

La biblioteca ambientale di Arpa Puglia

Dall’anno 2006 si è andata configurando la Biblioteca-Centro di documentazione dell’Agenzia, attualmente aperta al pubblico e frequentata da studenti universitari e privati cittadini interessati alle tematiche ambientali.

Continua a leggere La biblioteca ambientale di Arpa Puglia

Protocollo d’intesa fra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine

Sottoscritta la proroga e implementazione dell’Atto aggiuntivo al protocollo d’intesa operativo tra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine.

Continua a leggere Protocollo d’intesa fra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine