Modello di simulazione degli effetti di un incendio di rifiuti differenziati a Pace-Messina

Lo studio modellistico elaborato ha avuto lo scopo d’individuare le aree maggiormente interessate dalla ricaduta di sostanze inquinanti rilasciate in atmosfera a seguito di un incendio di rifiuti differenziati stoccati in un impianto di recupero ubicato nel comune di Pace (ME), gestito dalla società Messinambiente.

Continua a leggere >

Giornata mondiale dell’ambiente, iniziative in tutta la Sicilia grazie alle strutture territoriali dell’Arpa

Da Trapani a Ragusa, da Agrigento a Messina, passando per Palermo, Catania, Caltanissetta: un fitto calendario di attività ha portato Arpa tra la gente e la gente tra le attività dell’Agenzia.

La Giornata mondiale dell’ambiente (World Environment Day – WED) è la più grande e nota iniziativa volta a sensibilizzare e mobilitare l’opinione pubblica mondiale sui temi ambientali. E’ stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1972.

Quest’anno è dedicata al legame tra le persone e la natura e si pone l’obiettivo di spingere l’uomo ad incontrare la natura, apprezzarne la bellezza e l’importanza e scegliere di diventare protagonista di azioni preventive per la salvaguardia della stessa.

Arpa Sicilia partecipa da parecchi anni oramai alla Giornata mondiale dell’Ambiente promuovendo una serie di iniziative nelle nove strutture territoriali, offrendo ai cittadini siciliani l’opportunità di trascorrere insieme alcuni momenti di riflessione sul tema della giornata:Connecting people to nature: Dal tuo cortile al parco nazionale preferito, la natura è più vicina di quanto pensi. È il momento di uscire e goderne.”

La Sicilia ha recentemente ospitato a Taormina il G7, nel corso del quale si sono purtroppo manifestate evidenti forti divergenze sui contenuti dell’accordo sul Clima di Parigi e sul fatto che “Il cambiamento climatico rappresenta una minaccia urgente e potenzialmente irreversibile per le società umane e per il pianeta”.

Quindi quest’anno la celebrazione della Giornata ci ha dato l’occasione di approfondire questo tema e, da parte nostra, di procedere a fornire informazioni tecniche a riguardo, registrando, in molti casi, una notevole diffusa preoccupazione da parte dei cittadini.

Fra le iniziative più significative che Arpa Sicilia ha deciso di adottare per la Giornata mondiale dell’Ambiente c’è ad esempio la presenza di un info point in località Scala dei Turchi, a Realmonte, in provincia di Agrigento. Una scelta per nulla casuale considerato che si tratta di un luogo simbolo del patrimonio paesaggistico siciliano, tanto bello quanto delicato: un costone di roccia bianchissima (marna) che, sottoposto nei secoli ad un fenomeno di erosione, ha dato luogo ad una vera e propria scalinata che si tuffa in uno specchio d’acqua cristallina.

L’inverno scorso una parte della Scala dei Turchi si era visibilmente “arrossata”. Il fenomeno ha destato grande preoccupazione accendendo i riflettori dei media nazionali. Le analisi dei tecnici dell’Arpa hanno dimostrato come esso derivasse da processi naturali (probabile presenza di minerali ferrosi a monte) e non da cause antropiche. Tanto che il sito in pochi giorni è tornato al suo aspetto naturale.

A Palermo un gruppo di studenti del Liceo Ernesto Ascione è stato ospite nei nostri laboratori, apprezzando il lavoro dei tecnici, quotidianamente impegnati nelle delicate attività di campionamento e monitoraggio delle matrici ambientali, attraverso analisi chimiche, chimico-fisiche e microbiologiche. Gli studenti hanno potuto compiere l’esperienza di vivere una giornata in laboratorio approfondendo la conoscenza sul ruolo dell’Agenzia e sulle attività che la stessa svolge nel campo della tutela della qualità ambientale.

A Messina è stato scelto proprio il 5 giugno per celebrare la giornata conclusiva del progetto “Rete Natura 2000: conoscenza e tutela del territorio comunale” promosso dal Laboratorio territoriale InFEA in collaborazione con il Comune e con la Città Metropolitana. Nel corso della manifestazione,presenti oltre 700 studenti, sono state premiate le classi vincitrici del Concorso di Educazione Ambientale “Rete Natura 2000 e Biodiversità a Messina”.

Eventi di sensibilizzazione, con l’allestimento di un info point da parte delle strutture territoriali sono stati realizzati anche a Trapani, nei pressi di Villa Margherita, ed a Caltanissetta, in Piazza Falcone e Borsellino, con la collaborazione di Italia Nostra e di altre associazioni ambientaliste.

A Ragusa è stata realizzata una interessante visita di campo nei pressi del Mulino San Rocco sul torrente San Leonardo, incubatoio della Trota macrostigma (Salmo cettii). In particolare i nostri tecnici, in collaborazione con alcuni esperti di Legambiente, hanno coinvolto gli studenti nelle attività di campionamento delle acque fluviali per il riconoscimento dei macroinvertebrati, indicatori biologici della qualità delle acque. La presenza di organismi sensibili ai fenomeni dell’inquinamento (ad esempio alcune varietà di insetti come i Plecotteri) è infatti un indicatore di buona qualità.

Le attività sono state coordinate dal personale della Struttura Comunicazione della Direzione Generale e realizzate dal personale delle Strutture Territoriali di Arpa Sicilia

(Nella foto un momento delle attività di campionamento di macroinvertebrati presso il torrente San Leonardo a Ragusa)

Ecolabel in Sicilia, cresce il numero delle strutture certificate

25 le strutture Ecolabel presenti in Sicilia, tante quanti gli anni compiuti dal marchio. Soddisfatti gli imprenditori che hanno scelto il bollino verde “I dati ci danno ragione, mi sento di consigliare alle strutture ricettive siciliane la scelta fatta da noi circa un anno fa” afferma uno degli imprenditori che hanno ottenuto la certificazione.

Continua a leggere Ecolabel in Sicilia, cresce il numero delle strutture certificate

Pericolo amianto, come intervenire?

Il tema dell’amianto non trova i cittadini sprovveduti. E’ quanto emerge dalle richieste e segnalazioni che quotidianamente pervengono agli uffici per i rapporti con il pubblico delle Agenzie ambientali e di Ispra. Continua a leggere Pericolo amianto, come intervenire?

Arpa Sicilia e la promozione della cultura ambientale orientata alla sostenibilità

Mercoledì 10 maggio si svolgerà a Palermo il convegno “Educazione-Ambiente-Sostenibilità”.

Con la sottoscrizione di appositi Protocolli di Intesa ARPA Sicilia, il Laboratorio regionale InFEA, l’Ufficio Regionale Scolastico ed il Comune di Palermo hanno deciso di aderire ad un originale percorso comune, attraverso il quale favorire scelte consapevoli da parte dei cittadini e indurre un nuovo equilibrato rapporto con l’ambiente, assumendo l’Educazione all’Ambiente ed allo Sviluppo Sostenibile come lo strumento più efficace per veicolare i principi e i paradigmi culturali della sostenibilità.

Educazione green, attenzione alle aree rurali, la Scuola protagonista del cambiamento, un rinnovato impegno per una fruizione sostenibile delle aree naturali protette.

Sono questi alcuni dei propositi comuni che caratterizzano l’intesa.

Il quadro di riferimento è costituito dai contenuti della “Carta di Roma”, sottoscritta a novembre scorso dai Ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione, a conclusione della II^ Conferenza Nazionale dell’Educazione Ambientale, che individua un programma di impegni nel medio e lungo periodo, prevedendone la realizzazione anche con l’impiego delle le risorse del PON 2014/2020.

Il Sistema regionale InFEA della Sicilia raggiunge un importante traguardo e diventa più ricco con la collaborazione di questi due importanti istituzioni: la città capoluogo della Sicilia e l’istituzione responsabile dell’Istruzione formale.

In particolare ARPA SICILIA, attraverso l’impegno diretto del Laboratorio InFEA, che è il centro di coordinamento regionale delle attività di educazione, formazione ed informazione ambientale in Sicilia, si impegna a fornire il supporto alle azioni per la promozione del nuovo Laboratorio di Educazione Ambientale del Comune di Palermo ed alla promozione e diffusione delle iniziative, che saranno realizzate in collaborazione con gli operatori ed i referenti In.F.E.A. che agiscono a livello territoriale e nei quartieri.

Inoltre si sono stabiliti i termini della collaborazione per la progettazione e la realizzazione di percorsi formativi di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità per insegnanti e operatori ambientali, centrati sul sistema di valori costituito dalla biodiversità, elemento caratterizzante le Aree Protette e fondamentale per il recupero delle radici socio antropologiche del territorio e la valorizzazione della sua identità culturale.

La valorizzazione della Biodiversità, insieme alla sperimentazione e la diffusione di pratiche di sostenibilità ambientale, stanno alla base della promozione di una rete/laboratorio di Educazione Formazione Informazione Ambientale nella città di Palermo.

L’impegno comune è collaborare per creare il contesto idoneo a favorire l’attuazione di percorsi educativi e formativi rivolti prevalentemente ai giovani, in cui le tre istituzioni (scolastica, amministrativa ed ambientale) agiscono insieme, valorizzando ciascuna le proprie competenze, e aumentando l’efficacia dell’azione.

E’ prevista l’attivazione della collaborazione con Università, Associazioni, Enti di ricerca, Enti locali, Consorzi, operatori di AA.NN.PP., altre Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente, oltre ai soggetti aderenti al Sistema InFEA regionale, (CEAS, ASSOCIAZIONI e FATTORIE DIDATTICHE).

Il quadro di riferimento metodologico e valoriale è costituito dai contenuti delle Linee Guida per l’accreditamento dei Centri e delle attività di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità il cui contenuto è stato determinato attraverso un processo di riflessione/progettazione partecipata, coordinato dal Laboratorio regionale InFEA, al quale hanno contribuito nel tempo i diversi i soggetti, pubblici e privati, che aderiscono alla RETE regionale InFEA.

Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, sarà l’occasione in più per dimostrare come l’ambiente e l’educazione alla sostenibilità sono risorse fondamentali, insieme agli altri fattori della cultura, per giocare bene l’importante sfida che pone la città capoluogo e, quindi, l’intera Sicilia, sotto i riflettori della ribalta nazionale.

Un’occasione da non perdere per chi guarda al futuro possibile e crede nella possibilità di un miglioramento della qualità dell’ambiente, del rapporto tra l’uomo e l’ambiente e, più complessivamente, della condizione umana.

Il programma dell’iniziativa

https://www.facebook.com/InFEASicilia/

A cura di:
ARPA Sicilia
UOC-SG2 Formazione, comunicazione, informazione Educazione Ambientale- Laboratorio Regionale InFEA
Il Direttore Calogero Di Chiara

Educazione alla sostenibilità: accordo tra Arpa, Laboratorio InFEA e Ufficio Regionale Scolastico della Sicilia

Con la avvenuta sottoscrizione da parte dei Ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione della “Carta di Roma”, a conclusione della II^ Conferenza Nazionale di Educazione Ambientale svoltasi a Roma nel Novembre 2016, è stata prevista la realizzazione di un programma di impegni, nel medio e lungo periodo.

Continua a leggere Educazione alla sostenibilità: accordo tra Arpa, Laboratorio InFEA e Ufficio Regionale Scolastico della Sicilia

Biodiversità Habitat pelagico e specie non indigene nelle acque marino costiere della Sicilia

Le attività di campionamento in mare e di determinazione tassonomica, condotte da ARPA Sicilia, mediante la sistematica acquisizione di centinaia di immagini fotografiche in laboratorio, all’interno della EU Marine Strategy Framwork Directive 2008/56/EC, ha evidenziato una grande Biodiversità, che raramente è oggetto di pubblicazioni e lavori in genere e ancora meno se riferita alle acque marino costiere della Sicilia.

Arpa Sicilia ha reso disponibile un rapporto che riporta gli esiti della campagne condotte nel periodo luglio 2015/ luglio 2016, nel quale sono evidenziati alcuni aspetti della Biodiversità del Mesozooplancton dei mari siciliani, rappresentata nelle immagini fotografiche di buona parte delle specie e dei taxa rilevati durante le attività di campo e le identificazioni in laboratorio.

Il monitoraggio selettivo dei campi elettromagnetici di specifiche sorgenti in Sicilia

Arpa Sicilia ha partecipato alla definizione e messa a punto di un nuovo tipo di centralina in grado di coprire l’intervallo di frequenza 9 kHz- 31 Ghz per effettuare il monitoraggio nell’arco delle 24 ore selettivo del campo elettrico generato radiotramissioni militari in una  base militare Usa in Niscemi (CL).

Continua a leggere Il monitoraggio selettivo dei campi elettromagnetici di specifiche sorgenti in Sicilia

Antenne, onde e tralicci: le risposte del Sistema ai cittadini

Quali rischi per la salute in presenza di antenne o elettrodotti, come richiedere controlli e misure su un’area sospetta o quali pratiche devono seguire le aziende per ottenere le autorizzazioni. Le domande dei cittadini alle Agenzie e all’Ispra. Continua a leggere Antenne, onde e tralicci: le risposte del Sistema ai cittadini

Il monitoraggio dei corpi idrici fluviali e sotterranei in Sicilia

Arpa Sicilia cura il monitoraggio della qualità delle acque di 256 corpi idrici fluviali significativi e 82 corpi idrici sotterranei.

Continua a leggere Il monitoraggio dei corpi idrici fluviali e sotterranei in Sicilia