Campania Differenzia, strumenti per una gestione virtuosa dei rifiuti

Campania Differenzia è un progetto Anci realizzato con dati Snpa. Oltre a diffondere i risultati raggiunti dai comuni campani nella raccolta differenziata, aiuta le amministrazioni a sviluppare il ciclo dei rifiuti, offrendo utili strumenti di lavoro.

Continua a leggere Campania Differenzia, strumenti per una gestione virtuosa dei rifiuti

Tour città amianto zero, la tappa di Monfalcone

Il Tour delle buone pratiche Città amianto zero, partito da Casale Monferrato, luogo simbolo per la presenza del maggior stabilimento europeo per la produzione dell’Eternit, ha fatto tappa il 19 giugno a Monfalcone. Leggi il resto

Appalti verdi, una spinta all’ecoinnovazione

Gli acquisti verdi della pubblica amministrazione possono essere un importante motore per l’economia circolare. Un passo fondamentale in Italia è stato compiuto rendendo obbligatoria l’adozione dei criteri ambientali minimi. Altre misure si dovranno affiancare per accorciare le filiere.

Continua a leggere Appalti verdi, una spinta all’ecoinnovazione

Firmato a Bologna l’accordo per contrastare l´inquinamento atmosferico nel bacino padano

Il 9 giugno, a due giorni dal G7 Ambiente, il ministero dell’Ambiente e le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto hanno firmato a Bologna il Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano. Il documento ribadisce la centralità di una lotta condivisa contro l’inquinamento atmosferico, fenomeno particolarmente intenso nei territori del Nord Italia. Leggi il resto >

Un’infografica interattiva sui dati Ispra della raccolta differenziata in Italia

In base ai dati pubblicati da ISPRA sui rifiuti urbani in Italia nel 2015, Infodata del Sole 24 ore ha realizzato un articolo corredato da infografica interattiva che mostra le percentuali di raccolta differenziata raggiunte nelle singole regioni, province e comuni del nostro Paese.

L’infografica risulta di immediata lettura, utilizzando i colori rosso e verde e le loro sfumature; mappa l’intero territorio italiano, mostrando regioni, province e comuni virtuosi o, all’opposto, competamente arretrati nella gestione dei rifiuti differenziati.

In alto a destra nella infografica sono presenti due filtri: uno per le regioni e un altro per le provincie. Utilizzandoli è possibile “zoomare” sul territorio che si vuole analizzare. Posizionando il cursore del mouse sul territorio di un comune, o un dito per chi legge da mobile, una finestra pop-up indicherà il nome del comune in questione e la quota di raccolta differenziata raggiunta nel 2015.

Bene il Veneto e male la Sicilia. Treviso è la provincia italiana con i migliori risultati in termini di riciclo, con la raccolta differenziata che raggiunge l’85,22%, segue Mantova con l’80,3% e Belluno con il 76%. All’opposto troviamo quasi tutte le province siciliane, particolarmente critica la sitazione a Enna, Siracusa, Messina e Ragusa.

Situazioni positive e negative, come ben si vede nell’infografica, possono essere riscontrate sia al Nord che al Sud del Paese. Ma invitiamo i nostri lettori a “interrogare” l’infografica, la sua efficacia ed immediatezza comunicativa aiuta a individuare con chiarezza dove c’è ancora molto da fare per raggiungere livelli accettabili di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, una componente essenziale in un quadro rivolto a realizzare un’economia circolare.

“Terra dei fuochi”: i risultati delle ultime analisi

Recentemente è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il terzo decreto scaturito dalle indagini del Gruppo di lavoro “Terra dei fuochi”, a cui partecipano, tra gli altri, Ispra e Arpa Campania.  Su AmbienteInforma vengono illustrati alcuni dei punti salienti del decreto.

Continua a leggere “Terra dei fuochi”: i risultati delle ultime analisi

EVENTI – Tour delle buone pratiche città amianto zero, tappa a Monfalcone il 19 giugno

L’iniziativa Tour delle buone pratiche – Città amianto zero, che Anci sta conducendo con il contributo del Snpa e il coordinamento di Arpa Piemonte, fa tappa a Monfalcone il prossimo 19 giugno. Leggi il resto

Protezione dell’ambiente, audizione alla Commissione Ambiente della Camera

Ieri, 14 giugno, la Commissione Ambiente della Camera ha svolto l’audizione del direttore generale dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), Stefano Laporta, e di rappresentanti delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente (AssoArpa) in merito allo stato di attuazione della legge 28 giugno 132/2016 di istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente e disciplina dell’Ispra.

Il video dell’audizione.

“Siamo soddisfatti” – afferma Luca Marchesi – direttore generale di Arpa FVG e vicepresidente del Consiglio del Snpa, “abbiamo riscontrato l’impegno della Commissione a sostenere con impegno, insieme al Governo e alle Regioni, il processo di costruzione del Snpa; e la piena consapevolezza dei deputati su quali sono le difficoltà che il percorso sta mostrando. Il mandato parlamentare è molto chiaro e coerente con la legge e con la visione che ha sviluppato il Consiglio Snpa: costruire un sistema pubblico di controlli ambientali fortemente centrato sull’operatività e sulle funzioni essenziali primarie, come forte elemento di garanzia per uno sviluppo economico e industriale del Paese sempre più attento alla tutela dell’ambiente e dei suoi risvolti su qualità della vita e salute. Un sistema terzo, autorevole, forte e all’avanguardia, che impieghi la ricerca finalizzata come strumento per l’eccellenza delle sue prestazioni e capace di lavorare in rete al suo interno è con altri fondamentali servizi pubblici della Repubblica.
Apprezziamo in particolare la sensibilità dimostrata dai Commissari sul tema delle risorse economico finanziarie dedicate al Sistema e alla necessità di rimuovere alcuni incomprensibili vincoli di spesa oggi presenti nell’ordinamento, con l’auspicio di prossimi coerenti provvedimenti del Parlamento e del Governo.”

Corte costituzionale: illegittima la legge del Molise sulle funzioni amministrative ambientali

La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dell’art. 16 della legge della Regione Molise n. 4/2016. La norma riguarda l’attribuzione all’Arpa Molise di alcune funzioni amministrative regionali in materia di ambiente, di energia e di inquinamento atmosferico. La Sentenza richiama il tema della separazione tra funzioni tecnico-scientifiche e funzioni decisionali.

Siti contaminati, Arta al Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale Aidii

L’Arta Abruzzo parteciperà al 34° Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale, organizzato dall’Aidii (Associazione italiana degli igienisti industriali) in programma dal 21 al 23 giugno a Ortona, in provincia di Chieti.

Continua a leggere Siti contaminati, Arta al Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale Aidii