22 e 23 marzo 2017 giornate mondiali dell’acqua e della meteorologia

L’acqua in tutte le sue forme rappresenta un patrimonio da tutelare e monitorare. ARPA Lombardia studia il suo ciclo, attraverso le reti di monitoraggio e le rilevazioni idrometeorologiche.

Anche quest’anno a marzo si celebrano due importanti appuntamenti dedicati all’ambiente: mercoledì 22 marzo la Giornata Mondiale dell’Acqua dal tema “Waste Water” (acque reflue) e giovedì 23 la Giornata Mondiale della Meteorologia il cui tema è “Understanding Clouds” (capire le nuvole).
Indispensabile variabile nel ciclo dell’acqua, nel sistema climatico e in quello delle previsioni meteorologiche, quest’anno è proprio la NUBE a rappresentare l’anello di congiunzione tra queste due tematiche ambientali che, in questo momento, assumono particolare rilevanza per la Lombardia, dove la disponibilità idrica è attualmente circa la metà rispetto alla media dell’ultimo decennio.
Il tema delle “acque reflue” focalizza l’attenzione sulla gestione e sullo spreco delle risorse idriche, con l’obbiettivo di soddisfare la domanda in aumento e ridurre, depurare e riutilizzare le acque di scarico.
La giornata del 23 marzo è invece dedicata al tema delle nubi, in concomitanza del lancio dell’International Cloud Atlas da parte della WMO (World Meteorological Organization), manuale che sarà disponibile per la prima volta anche online.
La nuvolosità gioca un ruolo fondamentale nel ciclo dell’acqua e nella distribuzione delle risorse idriche globali, oltre a ricoprire una funzione chiave nella valutazione dei cambiamenti climatici, essendo tra i principali fattori d’incertezza. C’è, infatti, ancora necessità di comprendere meglio non solo come la nuvolosità influenza il clima, ma anche come il cambiamento climatico influenzerà le nubi.

Sul proprio sito, Arpa Lombardia offre informazioni in tempo reale sul ciclo dell’acqua e sullo stato delle riserve idriche disponibili, consentendo a cittadini e amministratori di mantenersi aggiornati sulle condizioni di disponibilità idrica e sulle situazioni di rischio idrologico, idraulico e meteorologico sul territorio regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *