Chi ha visto la foca monaca?

M2E1L0-29R350B300

Si susseguono gli avvistamenti di esemplari del mammifero nei mari italiani. In particolare, la foca monaca sembra aver trovato uno speciale habitat presso le isole Egadi, dove lo scorso inverno è stata avvistata in più occasioni. Esperti dell’Ispra e dell’Area marina protetta (AMP) “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, hanno monitorato la presenza di un nuovo esemplare della specie attraverso un sistema di foto trappole. Continua a leggere Chi ha visto la foca monaca?

VIDEO – Raccontare e spiegare le attività Ispra sull’isola di Ventotene attraverso gli occhi di un bambino

ventotene

Un breve video che racconta, con gli occhi e la voce di un bambino, l’isola di Ventotene e le attività Ispra legate al monitoraggio della migrazione dei volatili sull’isola. Il bambino narrante da due anni ormai visita insieme al padre, le attività di monitoraggio dell’Istituto e il museo della migrazione di Ventotene. Link al video >

“Natura senza confini”, le buone prassi del Trentino per la biodiversità nei Balcani 


Una delegazione di ricercatori, esperti e istituzioni locali montenegrine e kosovare ha compiuto una visita di studio in Trentino dal 27 giugno al 1 luglio 2016 finalizzata a conoscere le buone prassi locali di promozione e protezione della biodiversità. L’iniziativa fa parte del progetto europeo BorN BORderless Nature. Biodiversity protection and development of Prokletije and Bjeshkët e Nemuna Natural Parks, gestito dall’associazione “Trentino con i Balcani-Kosovo” con la collaborazione tecnica di Albatros srl; il progetto è finanziato dalla Commissione europea e co-finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.

Durante la visita sono stati effettuati seminari e incontri sulle strategie e modalità di gestione delle aree protette, sui programmi educativi rivolti alla cittadinanza e alla scuola e modalità di collaborazione tra chi a vario titolo in Trentino si occupa di tutela dell’ambiente. Le istituzioni trentine chiamate a condividere la propria esperienza con i ricercatori ospiti sono state l’ Agenzia per la protezione dell’ambiente (Appa), che ha organizzato un briefing sulla didattica ambientale nel sistema delle aree

protette del Trentino, il Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia Autonoma di Trento, la Rete di riserve dell’alta Val di Cembra, il Parco Adamello Brenta, la Fondazione Mach e il Muse. La visita fa seguito a due sopralluoghi compiuti dai partner trentini del progetto, finalizzati alla raccolta di dati e alla informazione sulle specie animali dei parchi di Prokletije e Bjeshket e Nemuna, orientati alla creazione di un web-gis e all’attivazione della prima rete ecologica transfrontaliera tra Kosovo e Montenegro.

Arpa Sicilia organizza in collaborazione con IDiMed “Incontro con la natura. Alimentazione, ambiente e biodiversità”

E’ il secondo appuntamento sull’alimentazione, biodiversità e sostenibilità ambientale, in collaborazione con IDiMed, l’Istituto per la promozione e valorizzazione della dieta mediterranea, che si terrà presso i locali dell’ex monastero benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi (CT), sede del Parco dell’Etna, il prossimo 30 giugno 2016. “L’incontro con la natura”, fa parte delle azioni del Piano regionale di educazione all’ambiente e alla sostenibilità, di Arpa Sicilia, Laboratorio regionale InFEA a titolarità dell’Assessorato regionale Territorio e ambiente e del Dipartimento ambiente.  Link all’evento >

Giornata mondiale dell’Ambiente: il calendario degli eventi a cura di Arpacal

Il 5 Giugno si celebrerà in tutto il mondo la Giornata mondiale dell’Ambiente; Arpa Calabria, attraverso il Servizio Educazione Orientata alla Sostenibilità, ha organizzato un calendario di appuntamenti, in collaborazione con scuole, enti ed associazioni, nei capoluoghi di provincia; obiettivo generale dell’iniziativa è quello di diffondere la cultura ambientale attraverso la presentazione delle attività svolte dall’Arpacal, promuovendo l’adozione di comportamenti e stili di vita sostenibili.

Leggi il resto >

MICRON – “Reverence”: l’arrivo degli alieni

micron
“Reverence”, è un concentrato di piccoli animali ed insetti, tutti osservati, fotografati e ripresi in primissimo piano e in movimento, con obiettivi macro. Cavallette, cicale, mosche e moscerini visti da vicino sembrano tutt’altra cosa e i particolari che diventano così visibili sono una vera scoperta.

Link alla rivista >

Tecnici dell’Arpa Campania avvistano un cetaceo nel Golfo di Napoli

avvistamento_balenottera

I tecnici Arpac impegnati nel monitoraggio marino hanno avvistato a inizio maggio una balenottera nel Golfo di Napoli, a circa dieci miglia dalla costa. Non è la prima volta che vengono fotografati cetacei al largo delle coste campane, tuttavia si tratta di un avvenimento non comune, considerato indicatore di una buona salute del mare.

Leggi il resto >

Online l’Atlante delle specie marine protette in Sicilia

atalnte specie marine sicilia-1

Pubblicata dall’Ispra la raccolta di tutte le specie tutelate o minacciate di estinzione, che sono state avvistate nei mari siciliani. La banca dati dell’Atlante racchiude le schede descrittive delle specie censite, con notizie sia di carattere generale sia derivanti dall’elaborazione dei dati reperiti per le aree siciliane. Ogni scheda, corredata di foto della specie e della mappa di distribuzione dei record, riporta informazioni relative all’habitat, alla distribuzione, alle misure di conservazione previste, alle pressioni e minacce e all’eventuale rischio di estinzione.

Leggi il resto >

Firmato il Memorandum di collaborazione ISPRA – Segretariato Convenzione Biodiversità (CBD)

ispra

E’ stato firmato a Montreal il Memorandum che definisce la collaborazione tra l’ISPRA e il Segretariato Esecutivo della Convenzione Biodiversità. Il Memorandum riconosce il contributo tecnico-scientifico di ISPRA ai progressi in materia di prevenzione e mitigazione degli impatti delle specie invasive, attraverso l’implementazione di banche dati mondiali sul tema, realizzate in modo tale da permettere ai Paesi di tutto il mondo di accedere ad informazioni sulle specie presenti nei loro territori, capirne gli impatti, identificare i vettori di introduzione e definire le possibili risposte gestionali.
Leggi il resto ›