Una scheda informativa sulla biodiversità

biodiversita

La scheda informativa recentemente pubblicata da Arpa Toscana, si apre  informazioni su cosa è la biodiversità, la sua importanza, le cause della progressiva perdita di questo bene prezioso e insostituibile. La seconda parte della scheda è dedicata alla biodiversità marina e all’impegno dell’Agenzia in questo campo, con un occhio particolare riservato agli “oggetti” del monitoraggio dell’Agenzia: tartarughe marine, pesci cartilaginei, cetacei, macroinvertebrati bentonici, macroalghe, posidonia, coralligeno, fitoplancton e zooplancton.
Vai alla scheda >  Vedi la scheda sfogliabile>

Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

cetacei

Arpa Toscana, fin dalla sua istituzione nel 1996, si occupa di valutare la biodiversità marina e suggerire alla sua Regione gli strumenti opportuni per favorirne la sua conservazione. In questo articolo di fa un quadro riassuntivo delle principali attività svolte in questo campo da parte dell’Agenzia. Continua a leggere Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

VIDEO – Di alberi e meraviglia: il Bosco didattico di Ponte Felcino

Arpa Umbria, da alcuni anni, nei percorsi di educazione ambientale organizza al Bosco didattico laboratori e attività scientifiche inerenti i cicli vegetazionali e le caratteristiche delle diverse specie arboree e arbustive. Questo permette ai ragazzi di comprendere a pieno il ruolo ecosistemico offerto da foreste, boschi e alberi in rapporto alla biodiversità, ai cambiamenti climatici e al dissesto idrogeologico. Vai al video >

EVENTO – Wild Landscape e biodiversità nella progettazione degli spazi verdi

lomb-biodiversita

Il 15 Settembre 2016 a Bergamo presso la Sala Curò, via della Cittadella, si terrà un seminario formativo rivolto alle figure degli architetti e degli agronomi/forestali sulle opportunità di utilizzo delle specie vegetali autoctone nella gestione del territorio e del paesaggio, quale strumento di salvaguardia della biodiversità e di ricostruzione di Wild Landscape realizzato all’interno del Progetto Life Gestire 2020 dove Regione Lombardia è capofila.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Federazione regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali della Lombardia e con la Consulta regionale lombarda degli Ordini degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori.  La partecipazione all’evento dà origine a crediti formativi.

 

Chi ha visto la foca monaca?

M2E1L0-29R350B300

Si susseguono gli avvistamenti di esemplari del mammifero nei mari italiani. In particolare, la foca monaca sembra aver trovato uno speciale habitat presso le isole Egadi, dove lo scorso inverno è stata avvistata in più occasioni. Esperti dell’Ispra e dell’Area marina protetta (AMP) “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, hanno monitorato la presenza di un nuovo esemplare della specie attraverso un sistema di foto trappole. Continua a leggere Chi ha visto la foca monaca?

VIDEO – Raccontare e spiegare le attività Ispra sull’isola di Ventotene attraverso gli occhi di un bambino

ventotene

Un breve video che racconta, con gli occhi e la voce di un bambino, l’isola di Ventotene e le attività Ispra legate al monitoraggio della migrazione dei volatili sull’isola. Il bambino narrante da due anni ormai visita insieme al padre, le attività di monitoraggio dell’Istituto e il museo della migrazione di Ventotene. Link al video >

“Natura senza confini”, le buone prassi del Trentino per la biodiversità nei Balcani 


Una delegazione di ricercatori, esperti e istituzioni locali montenegrine e kosovare ha compiuto una visita di studio in Trentino dal 27 giugno al 1 luglio 2016 finalizzata a conoscere le buone prassi locali di promozione e protezione della biodiversità. L’iniziativa fa parte del progetto europeo BorN BORderless Nature. Biodiversity protection and development of Prokletije and Bjeshkët e Nemuna Natural Parks, gestito dall’associazione “Trentino con i Balcani-Kosovo” con la collaborazione tecnica di Albatros srl; il progetto è finanziato dalla Commissione europea e co-finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.

Durante la visita sono stati effettuati seminari e incontri sulle strategie e modalità di gestione delle aree protette, sui programmi educativi rivolti alla cittadinanza e alla scuola e modalità di collaborazione tra chi a vario titolo in Trentino si occupa di tutela dell’ambiente. Le istituzioni trentine chiamate a condividere la propria esperienza con i ricercatori ospiti sono state l’ Agenzia per la protezione dell’ambiente (Appa), che ha organizzato un briefing sulla didattica ambientale nel sistema delle aree

protette del Trentino, il Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia Autonoma di Trento, la Rete di riserve dell’alta Val di Cembra, il Parco Adamello Brenta, la Fondazione Mach e il Muse. La visita fa seguito a due sopralluoghi compiuti dai partner trentini del progetto, finalizzati alla raccolta di dati e alla informazione sulle specie animali dei parchi di Prokletije e Bjeshket e Nemuna, orientati alla creazione di un web-gis e all’attivazione della prima rete ecologica transfrontaliera tra Kosovo e Montenegro.

Arpa Sicilia organizza in collaborazione con IDiMed “Incontro con la natura. Alimentazione, ambiente e biodiversità”

E’ il secondo appuntamento sull’alimentazione, biodiversità e sostenibilità ambientale, in collaborazione con IDiMed, l’Istituto per la promozione e valorizzazione della dieta mediterranea, che si terrà presso i locali dell’ex monastero benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi (CT), sede del Parco dell’Etna, il prossimo 30 giugno 2016. “L’incontro con la natura”, fa parte delle azioni del Piano regionale di educazione all’ambiente e alla sostenibilità, di Arpa Sicilia, Laboratorio regionale InFEA a titolarità dell’Assessorato regionale Territorio e ambiente e del Dipartimento ambiente.  Link all’evento >

Giornata mondiale dell’Ambiente: il calendario degli eventi a cura di Arpacal

Il 5 Giugno si celebrerà in tutto il mondo la Giornata mondiale dell’Ambiente; Arpa Calabria, attraverso il Servizio Educazione Orientata alla Sostenibilità, ha organizzato un calendario di appuntamenti, in collaborazione con scuole, enti ed associazioni, nei capoluoghi di provincia; obiettivo generale dell’iniziativa è quello di diffondere la cultura ambientale attraverso la presentazione delle attività svolte dall’Arpacal, promuovendo l’adozione di comportamenti e stili di vita sostenibili.

Leggi il resto >