Arpa Lombardia, odori molesti, il caso di Pioltello

Nel periodo settembre 2015-marzo 2016 Arpa Lombardia è stata coinvolta da parte del Comune di Pioltello per affrontare un problema di molestia olfattiva che si verificava nel proprio territorio per il quale non era nota la causa. I risultati dell’indagine.

Continua a leggere Arpa Lombardia, odori molesti, il caso di Pioltello

L’esperienza della app SnowAlp

La app SnowAlp di Arpa VdA raccogliere informazioni sulla quantità di neve per integrare il flusso di dati utilizzato per la stima dell’equivalente idrico della neve con misure che si aggiungono ai dati della rete nivo-meteorologica della Valle d’Aosta e alle misure manuali effettuate in punti preordinati.

Continua a leggere L’esperienza della app SnowAlp

In Valbormida una scheda per segnalare gli odori

Nella frazione di un paese al confine fra Liguria e Piemonte, l’apertura di un biodigestore ha scatenato centinaia di segnalazioni per miasmi. Solo saltuariamente, però, sono state trovate irregolarità; in accordo con l’amministrazione comunale di Cairo, è stata realizzata e consegnata a tutti gli abitanti una scheda di monitoraggio, un esempio di collaborazione con la comunità i cui frutti si vedranno nei prossimi mesi.

Continua a leggere In Valbormida una scheda per segnalare gli odori

Il monitoraggio ambientale tra scienza, interpretazione e innovazione

Compiere una misura significa, di fatto, fare un esperimento. Se ci si accinge dunque a compiere un rilievo, una valutazione, una misura non si può prescindere dal conoscere le condizioni di base in cui si opera, compresi i limiti con cui l’osservazione è fatta. Per chi fruisce dell’informazione ambientale – sia egli un cittadino, un magistrato, uno scienziato, un politico – è fondamentale aver ben chiari condizioni e limiti di misura.

Continua a leggere Il monitoraggio ambientale tra scienza, interpretazione e innovazione

Un mondo di citizen scientists

citizen-scienceVi piacerebbe partecipare attivamente alla ricerca sulla presenza di specie aliene o sugli effetti dei cambiamenti climatici, sulla conservazione delle specie rare o sull’impatto che l’uomo ha sull’ambiente? Se la risposta è si, ma non avete le conoscenze scientifiche per farlo, potreste essere dei potenziali citizen scientists, cittadini volontari che partecipano alla ricerca scientifica pur non essendo esperti. Questo è il principio cardine su cui si basa la citizen science, la “scienza dei cittadini”.

Continua a leggere Un mondo di citizen scientists

Campagna di crowdfunding per sostenere “Storie resilienti”

E’ entrata nel vivo la campagna crowdfunding, promossa da Cittadini reattivi e sostenuta da Banca etica, per realizzare Storie resilienti: due documentari, un ebook e un festival.

Continua a leggere Campagna di crowdfunding per sostenere “Storie resilienti”

Crowdmapping per segnalare i rifiuti abbandonati

Rifiuti abbandonati, cassonetti pieni, rifiuti non differenziati, una iniziativa, SCATTOnetto, affinché ogni cittadino possa contribuire a migliorare la gestione dei rifuti urbani scattando una foto e pubblicandola on line.
Continua a leggere Crowdmapping per segnalare i rifiuti abbandonati

Osservatori civici in Campania

Si tratta di speciali “sentinelle per l’ambiente” che vigilano sul territorio con compiti di segnalazione per scoraggiare gli abusi. Presente in 12 paesi europei, in Italia significativa è l’esperienza degli osservatori attivi in Campania.

Continua a leggere Osservatori civici in Campania

“Cittadini per l’aria” a Milano

Un’associazione nata per costruire una rete e una comunità trasversale che metta in condizione tanti (individui, enti o persone giuridiche), in tante parti d’Italia, di contribuire a migliorare la qualità dell’aria a livello locale, nazionale, europeo. Continua a leggere “Cittadini per l’aria” a Milano