Modello di simulazione degli effetti di un incendio di rifiuti differenziati a Pace-Messina

Lo studio modellistico elaborato ha avuto lo scopo d’individuare le aree maggiormente interessate dalla ricaduta di sostanze inquinanti rilasciate in atmosfera a seguito di un incendio di rifiuti differenziati stoccati in un impianto di recupero ubicato nel comune di Pace (ME), gestito dalla società Messinambiente.

Continua a leggere >

Modellistica meteorologica e della Qualità dell’Aria in Arpa Friuli Venezia Giulia

previsioni qa fvgCome in alcune altre Agenzie, presso il Centro regionale di modellistica ambientale dell’Arpa FVG, è operativa una catena modellistica meteorologica e della qualità dell’aria che quotidianamente fornisce previsioni numeriche per i 5 giorni seguenti.

Continua a leggere Modellistica meteorologica e della Qualità dell’Aria in Arpa Friuli Venezia Giulia

Modellistica ambientale, previsione e pianificazione in Liguria

 

L’impiego di modelli nel campo della gestione ambientale ha ormai assunto un ruolo fondamentale e di primaria importanza. Attraverso questi strumenti è infatti possibile effettuare delle previsioni sugli effetti che le attività antropiche possono produrre sull’ambiente.

Continua a leggere Modellistica ambientale, previsione e pianificazione in Liguria

La simulazione della dispersione in aria ambiente degli inquinanti

L’articolo descrive l’utilità e gli scopi, nell’ambito delle attività di Arpa Toscana, dell’utilizzo di modelli matematici per la simulazione della dispersione in aria ambiente degli inquinanti. Sono riportati inoltre in estrema sintesi due esempi di casi-studio in cui si è reso necessario effettuare questo tipo di simulazioni.

Continua a leggere La simulazione della dispersione in aria ambiente degli inquinanti

Il sistema previsionale SPIAIR di Arpa Veneto per la qualità dell’aria

Da aprile 2017 Arpav ha implementato un sistema modellistico, denominato SPIAIR (Sistema per la previsione dell’inquinamento dell’aria), per la previsione dei principali inquinanti atmosferici a scala regionale. A integrazione dei dati della rete di monitoraggio, l’uso di strumenti modellistici permette di estendere la valutazione della qualità dell’aria ad aree non rappresentate dalle stazioni, oltre che di formulare delle previsioni sullo stato futuro della qualità dell’aria.

Continua a leggere Il sistema previsionale SPIAIR di Arpa Veneto per la qualità dell’aria

Qualità dell’aria, prevedere per prevenire le emergenze

Abbinare la raccolta e l’elaborazione dei dati degli inquinanti atmosferici alle previsioni meteo consentirebbe di attivare tempestivamente misure emergenziali. In collaborazione con l’Università di Bologna, Arpae sta testando un nuovo modello previsionale con risultati interessanti. Leggi l’articolo in Ecoscienza 1/2017 >

Gestione degli acquiferi e modellistica matematica

L’implementazione di un modello matematico delle acque sotterranee rappresenta spesso la sintesi finale di un lungo percorso di studio e di ricerca multidisciplinare. Il percorso illustrato nell’articolo in Ecoscienza 6/2016, dedicato agli acquiferi modenesi, rappresenta il momento iniziale per un uso operativo del modello sviluppato da Arpae. Leggi l’articolo >

Qualità dell’aria: intesa tra Arta, Comune di Pescara e CETEMPS per monitoraggio e previsioni dell’area metropolitana

Arta Abruzzo, Comune di Pescara e Cetems (Centro di eccellenza per l’integrazione di tecniche di telerilevamento e modellistica numerica per la previsione di eventi meteorologici severi) hanno siglato un protocollo d’intesa per la promozione, lo sviluppo e il consolidamento di collaborazioni finalizzate al monitoraggio e alla previsione della qualità dell’aria nell’area metropolitana.

Continua a leggere Qualità dell’aria: intesa tra Arta, Comune di Pescara e CETEMPS per monitoraggio e previsioni dell’area metropolitana

Confrontare i modelli: il caso del rumore da aeroporti, ferrovie e strade

I modelli di previsione hanno bisogno di un confronto tra chi li sviluppa per verificarne correttezza e comparabilità. Il Sistema Snpa utilizza lo strumento del cosiddetto “interconfronto” tra laboratori per testare i modelli di simulazione del rumore. Continua a leggere Confrontare i modelli: il caso del rumore da aeroporti, ferrovie e strade

Consumo di suolo, sviluppo di modelli per valutarne gli effetti

Nell’ultimo rapporto Ispra sul consumo di suolo sono stati sviluppati e applicati approcci modellistici per valutare gli effetti del consumo di suolo avvenuto tra il 2012 e il 2015 sui principali servizi ecosistemici forniti da un suolo non artificiale. Continua a leggere Consumo di suolo, sviluppo di modelli per valutarne gli effetti