Compie 15 anni il laboratorio che “sorveglia” la legionella in Campania

La Campania è dotata di un sistema per la sorveglianza ambientale della legionella: quando vengono segnalati casi di “malattia del legionario”, l’Asl invia una notifica al Laboratorio di riferimento per la legionellosi, una struttura di Arpa Campania. In quindici anni, il laboratorio ha controllato circa 850 siti e analizzato oltre 17mila campioni.

Continua a leggere Compie 15 anni il laboratorio che “sorveglia” la legionella in Campania

Salute e campi elettromagnetici

La valutazione dei rischi sanitari dei campi elettromagnetici è un processo molto complesso, sia per il grande numero di pubblicazioni scientifiche molto eterogenee e quasi sempre non esaustive, sia per il carattere multidisciplinare del tema. Nel sito dell’Istituto superiore di sanità disponibili informazioni, documenti e FAQ.

Continua a leggere Salute e campi elettromagnetici

ECOSCIENZA – Aria e salute, online il nuovo numero della rivista

È online il nuovo numero di Ecoscienza; focus su qualità dell’aria, formazione degli inquinanti ed effetti sulla salute, pianificazione per il miglioramento della qualità dell’aria. Tra gli altri argomenti: cambiamento del clima, uso sostenibile delle risorse idriche e innovazione in agricoltura. Leggi il resto >

MICRON – Il cervello inquinato


Alcuni recenti studi, come racconta la rivista Science, sembrano corroborare l’ipotesi che le polveri fini possono attaccare il cervello. E più piccole sono le particelle inalate, maggiore è il rischio di un invecchiamento cognitivo veloce, dell’Alzheimer e di altri tipi di demenza. Vai all’articolo >

MICRON – Salute, cinque parole per un programma

Equità, diritto alla salute, risposta efficace alle emergenze sanitarie, evidenza scientifica e partnership. Il programma è quello proposto da Flavia Bustreo, la donna che il Governo italiano lo scorso settembre ha candidato alla guida dell’Organizzazione mondiale della sanità. Vai all’intervista >

La salute dei cittadini come indicatore di sostenibilità urbana

Uno studio dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) esamina come integrare la salute nella pianificazione urbana, negli investimenti e nelle decisioni politiche al fine di sostenere l’attuazione e il raggiungimento degli obiettivi della Nuova agenda urbana. Leggi il resto >

Emergenze ambientali e sanitarie, pubblicato il bando del corso dell’Università di Modena e Reggio Emilia

er_corso_emergenzeunimore_300x

In Italia e nel mondo la frequenza di disastri di origine naturale e provocati dall’uomo (tecnologici, industriali) è in aumento. Con l’obiettivo di contribuire a migliorare le conoscenze e la capacità di intervento, l’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con Arpae Emilia-Romagna e altri enti, attiva il corso di perfezionamento universitario Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie. Disponibili posti riservati per personale delle Agenzie ambientali. Iscrizioni aperte fino all’8 gennaioLeggi il resto >

Il “caso Taranto” e il rapporto ambiente-salute nelle autorizzazioni ambientali

assennato-salute

Giorgio Assennato, già direttore generale di Arpa Puglia ha illustrato le criticità ambientali concretamente riscontrate a Taranto. La riflessione presentata poi tratta delle policies praticate nel caso tarantino, evidenziando la necessità che il principio di precauzione sia effettivamente al centro del sistema di regole che dovrebbero garantire la salute dei cittadini. Vai alla presentazione >

La terzietà delle Agenzie ambientali: il punto di vista di Giorgio Assennato

assennato

A Giorgio Assennato, già direttore generale di Arpa Puglia, abbiamo posto questa domanda: “La terzietà delle Agenzie: il contesto normativo e organizzativo è sufficiente a garantirla?”

Continua a leggere La terzietà delle Agenzie ambientali: il punto di vista di Giorgio Assennato

Rumore, percezione del rischio e scuole: il progetto Gioconda

fireshot-pro-screen-capture

Il progetto Life+ Gioconda (i GIOvani CONtano nelle Decisioni su Ambiente e salute), ha visto fra i suoi partner Arpae Emilia-Romagna e Arpa Puglia. I ragazzi delle 8 scuole coinvolte nel progetto hanno esaminato i dati del monitoraggio ambientale e quelli sulla propria percezione del rischio, ed elaborato di conseguenza diverse raccomandazioni agli amministratori sul problema del rumore – interno ed esterno – nelle scuole. Leggi il resto >