Alto Adige, analisi merceologica rifiuti urbani 2017, il 25 ottobre presentazione dei risultati

Vaglio con maglia a cerchio per la vagliatura della frazione fine <40mm (Foto: Agenzia provinciale per l’ambiente, A. Marri)Tra settembre 2016 e giugno 2017 i rifiuti urbani di tutti i Comuni dell’Alto Adige sono stati cerniti e analizzati per rilevare l’attuale situazione della raccolta differenziata. Il 25 ottobre a Bolzano la presentazione dei risultati.

La presentazione dei risultati delle analisi dei rifiuti urbani 2017 avrà luogo mercoledì 25 ottobre dalle ore 9.00 presso la sala conferenze dell’ EURAC-Research di Bolzano, viale Druso 1. Alla presentazione sono invitati tutti coloro che nei Comuni e nei Comprensori altoatesini sono responsabili per la gestione dei rifiuti.

I rifiuti urbani di tutti i Comuni dell’Alto Adige sono stati cerniti ed analizzati tra settembre 2016 e giugno 2017. Per ogni comune è stato prelevato un campione rappresentativo di rifiuto e dopo un vaglio manuale è stato suddiviso in 28 diverse frazioni. Inoltre sono stati calcolati il contenuto di acqua ed il potere calorifico. Scopo dell’analisi è rilevare la situazione attuale della raccolta differenziata e verificare se i Comprensori abbiano raggiunto gli obiettivi definiti nel piano provinciale rifiuti.

Le analisi sono state coordinate dall’Ufficio Gestione rifiuti dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano in collaborazione con le Comunità Comprensoriali e con le imprese incaricate dello smaltimento. L’analisi e l’elaborazione dei dati sono stati eseguiti dalla ditta incaricata Affidavit S.r.l. di Firenze. Le analisi sui rifiuti urbani vengono effettuate a livello provinciale ogni cinque/dieci anni.

Suddivisione della frazione grossolana per tipologia di rifiuto (Foto: Appa Bolzano, A. Marri)

La partecipazione all’evento è gratuita. È prevista la traduzione simultanea.

Iscrizione online entro venerdì 20 ottobre 2017

Programma >

Per ulteriori informazioni: Ufficio Gestione rifiuti dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *