Anche le Agenzie ambientali comunicano sui social media

I social media sono ormai diventati uno strumento indispensabile per la comunicazione. Sono utilizzati dai cittadini, dalle istituzioni, dalle aziende, dagli istituti di ricerca, dai media. Per molti sono diventati la prima fonte di informazioni, sicuramente la più tempestiva. Anche le agenzie ambientali, da qualche anno hanno iniziato ad utilizzarli per diffondere dati e notizie sull’ambiente e sulle loro attività ed anche per dialogare con il pubblico.

E’ il caso di Arpa Toscana che, ormai da alcuni anni, ha sviluppato un forte impegno nell’attività di comunicazione e informazione ambientale e, naturalmente, con una particolare attenzione anche alla presenza sui social media, che ormai sono diventati il principale luogo virtuale globale di informazione e partecipazione.

L’Agenzia infatti assicura ormai da alcuni anni la presenza dei propri contenuti ed interagisce con chi è interessato ad essi attraverso vari social: per la diffusione di dati e notizie (Twitter), immagini (Flickr), video (YouTube) e documenti (Issuu), e, dal 2015, anche su Facebook.

Recentemente è stata adottata, coordinandosi a livello di Sistema mazionale per la protezione dell’ambiente, la social media policy.

Su un recente numero Arpatnews ha presentato alcuni dati statistici rilevati sull’attività svolta da ARPAT su due di questi canali, maggiormente utilizzati per la diffusione di notizie ambientali: Twitter e Facebook. Vai all’articolo >

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *