Rifiuti, Arpa Molise incontra le amministrazioni locali

Positivo incontro fra Arpa Molise e amministrazioni comunali per l’illustrazione dell’applicativo O.R.So, sviluppato grazie alla collaborazione di varie agenzie ambientali, per la raccolta dati inerenti la produzione dei rifiuti urbani.

Molti gli esponenti dei Comuni molisani intervenuti, venerdì 22 settembre a Campobasso, all’incontro voluto da Arpa Molise per presentare l’applicativo O.R.So – Osservatorio Rifiuti Sovraregionale.

L’Osservatorio, presente in Arpa Molise, aderisce al progetto realizzato da Arpa Lombardia ed Arpa Veneto, quale nuovo metodo di raccolta dati inerenti la produzione dei rifiuti urbani, che consente – in tempo reale – di monitorare, controllare e pianificare il flusso dei rifiuti nel proprio territorio.

Presso l’Arpa Molise è istituita la Sezione Regionale del Catasto dei Rifiuti, che coordina le attività di start-up e di assistenza tecnica ed ha avviato l’iter per l’implementazione del Sistema web attraverso l’utilizzo del metodo applicativo O.R.S.o. Tale Sistema permette di garantire in maniera efficace, efficiente e trasparente, la raccolta dei dati inerenti la produzione dei rifiuti urbani della Regione Molise come pure di conoscere le operazioni ad essa funzionalmente connesse nel rispetto di quanto stabilito dalla normative del settore, nonché secondo le disposizioni della D.G.R. n.240/17. Un’unica banca dati, quindi, costantemente aggiornata dai Comuni ed i gestori degli impianti, a cui avranno accesso tutti gli operatori del settore.

L’incontro inoltre ha fatto chiarezza sia sulle sanzioni derivanti dagli obblighi normativi, quando non rispettati, sia sui benefici che la raccolta differenziata può portare in termini di economia. Se infatti sono ormai conclamati i vantaggi delle buone pratiche dal punto di vista ambientale, non sono altrettanto conosciuti dai cittadini quelli derivanti dalla una sorta di premialità, che prevede, una volta entrato a regime il sistema, un risparmio sulle tasse sui rifiuti.

E’ stato rilevato, negli interventi, l’importanza dell’iniziativa per dare una maggiore spinta alla raccolta differenziata: in Molise non si hanno ancora dei dati in linea con le medie nazionali, anche se è stato attivato da parecchio tempo il sistema di raccolta differenziata sia mista che porta a porta. L’obiettivo è dare un input alle amministrazioni inadempienti con un nuovo programma di immissione dei dati trimestrali, al fine di ottenere dei vantaggi. Si possono attuare sistemi correttivi per arrivare ai livelli migliori delle regioni maggiormente efficienti.

Di particolare interesse è stato l’accento posto sulla necessità dei rapporti fra le Agenzie ambientali, come evidenziato in un ampio intervento da Alberto Manfredi Selvaggi, Direttore Amministrativo di Arpa Molise. Ciò, soprattutto, a seguito dell’entrata in vigore ad inizio anno della legge n. 132/2016 di Istituzione del Sistema nazionale a rete di protezione ambientale.

Fondamentale, quindi, la sinergia non solo tra le strutture del territorio e l’Arpa Molise, ma anche tra le Agenzie che aderiscono alla stesura del progetto, finora in numero di 14. Si è rilevata l’importanza di non poter confinare la tutela ambientale in stretti ambiti territoriali, ma di sviluppare la collaborazione ed il confronto continuo tra le Agenzie. Solo, così, potranno essere garantiti ai cittadini gli standard qualitativi voluti dal LEPTA, i livelli essenziali di prestazioni tecniche ambientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *