Arpa Toscana e le informazioni in materia di campi elettromagnetici

Risulta ancora interessante per i cittadini il tema dell’esposizione ai campi elettromagnetici prodotti da impianti di telecomunicazione (ricetrasmissione radio/TV o telefonia cellulare) o da elettrodotti o cabine elettriche. Arpat ha predisposto una serie di strumenti informativi per fare conoscere il tema e l’attività in questo campo.

Sono sempre un buon numero i cittadini che si rivolgono all’Ufficio relazioni con il pubblico di Arpat (di seguito Urp) per avere informazioni o per chiedere la verifica dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici.

Nel 2016, l’Urp ha gestito 305 contatti su questo tema, di cui 259 richieste di informazione, 18 quesiti tecnico specialistici e 28 richieste di accesso ai dati ambientali.

Nello stesso anno, sono giunte all’Agenzia 69 segnalazioni con richiesta di misurazione strumentale dei campi elettromagnetici; questo dato risulta in aumento negli ultimi 4 anni (57 nel 2013, 59 nel 2014 e 64 nel 2015).

Per aiutare i cittadini ad orientarsi tra le competenze ed attività svolte dai vari soggetti coinvolti nella materia, Arpat ha predisposto alcuni opuscoli della serie Chi fa cosa in Toscana sul tema specifico dei campi elettromagnetici.

Come viene illustrato nel Chi fa cosa in Toscana sugli impianti radiotelevisivi e le stazioni radio-base per la telefonia cellulare nonché sugli elettrodotti, i cittadini possono richiedere una misurazione puntuale del campo elettromagnetico nella propria abitazione rivolgendosi al proprio Comune che, dopo avere effettuato una prima valutazione ed istruttoria, potrà richiedere ad Arpat un controllo.

L’Agenzia può, invece, fornire direttamente al cittadino dati ambientali sui campi elettromagnetici, ovvero dati sui livelli di campo elettromagnetico presenti sul territorio, raccolti in base ai controlli pregressi, pareri espressi per le autorizzazioni e calcoli previsionali.

Completano il quadro delle informazioni predisposte dall’Urp di Arpat in materia, un Chi fa cosa in Toscana sui campi elettromagnetici provenienti da impianti in uso a radioamatori ed una serie di FAQ sull’argomento, ovvero una selezione di “domande e risposte tipo” che ricorrono maggiormente nel rapporto informativo tra Urp e cittadini.

Oltre agli strumenti predisposti dall’Urp, l’Agenzia in questi anni ha pubblicato anche due schede divulgative della collana ambiente dedicate a:

Altre informazioni possono essere reperite sul sito Web nella sezione dedicata ai campi elettromagnetici dove è possibile visionare anche il bollettino mensile con i dati del monitoraggio in continuo dei livelli di campo magnetico a 50 Hertz generati dall’elettrodotto “La Spezia – Acciaiolo”.

Infine ricordiamo che ogni anno Arpat pubblica l’Annuario dei dati ambientali che contiene una sezione sulle misure effettuate sugli elettrodotti e le cabine elettriche e sugli impianti radio-televisivi e le stazioni radio-base.

I campi elettromagnetici risultano tra le questioni che maggiormente sono fonte di ansie, ma la diffusione delle informazioni e dei dati ambientali, nonché della conoscenza delle attività di supporto tecnico, controllo e monitoraggio svolte da Arpat su questa materia, ha contribuito, negli anni, a ridurre la preoccupazione dei cittadini sui pericoli derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *