Sisma Italia centrale, Ispra per l’emergenza

foto per Amb Inf

Sotto il coordinamento della Protezione Civile nazionale, un team di tecnici dell’Istituto si è recato da subito sui luoghi colpiti dal terremoto e prosegue  le  verifiche delle situazioni di pericolo e dei rischi indotti dallo sciame sismico. Monitorare il rischio di frane, verificare faglie e fratture della terra, controllare la situazione idrogeologica dell’area colpita dal sisma – in particolare nei siti dove verranno costruiti i Map (Moduli abitativi provvisori) – sono tra le principali attività che Ispra sta portando avanti sin dalle prime ore del terremoto nel Centro Italia. Un racconto della prima settimana di lavoro dei tecnici Ispra nelle zone colpite dal sisma. Leggi tutto.

 

Sisma, il supporto Snpa all’emergenza

pescara del tronto

Sin dalle prime ore successive al terremoto, il Sistema nazionale di protezione dell’ambiente (Snpa), composto da Ispra e dalle 21 Agenzie regionali (Arpa) e provinciali (Appa) ambientali italiane, si è attivato per fare fronte alle emergenze ambientali indotte dal sisma. I diecimila esperti della rete nazionale Snpa si sono resi da subito disponibili per monitorare il rischio frane, verificare faglie e fratture della terra, controllare la situazione idrogeologica dell’area colpita dal sisma e operare tutte le necessarie verifiche ambientali. Continua a leggere Sisma, il supporto Snpa all’emergenza

Il consumo di suolo regionale: on line la situazione a livello locale

consumo suolo_italia

Qual’è la situazione del consumo di suolo a livello regionale e comunale? A descriverla l’Ispra nell’ultimo Rapporto sul Consumo di Suolo in Italia 2016 che quest’anno porta la firma SNPA:  all’apice della classifica si collocano 3 regioni che superano il 10% di suolo consumato, con il valore percentuale più elevato in Lombardia, Veneto e Campania, mentre Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Puglia, Piemonte, Toscana, Marche raggiungono valori compresi tra il 7 e il 10%. Continua a leggere Il consumo di suolo regionale: on line la situazione a livello locale

Rifiuti spiaggiati, una prima valutazione lungo le coste pugliesi

rifiuti spiaggiati_arpa puglia2

Nonostante sia emersa alquanto recentemente, alcuni studi mostrano che la problematica dei rifiuti marini trasportati dal mare lungo le coste ha importanti effetti negativi sull’ambiente e ricadute sul piano economico e sociale.  Grazie all’applicazione in Italia della Strategia marina, Arpa Puglia ha presentato un primo studio sulla  distribuzione quantitativa dei rifiuti spiaggiati raccolti in 10 aree costiere della regione, 6 sull’Adriatico e 4 sullo Ionio. I dati mostrano risultati interessanti: sembra emergere che la distribuzione dei rifiuti non sia determinata solo da fattori locali, ma le cause  debbano essere ricercate ad un livello più ampio di quello regionale utilizzando un approccio integrato. Leggi il documento completo.

EVENTI – Il 30 settembre è la Notte europea dei ricercatori

 

notte_europea_dei_ricercatori_2016

Promosso dalla Commissione europea, l’evento conclude la settimana dedicata alla comunicazione scientifica Frascati Scienza, che si svolge dal 24 al 30 settembre 2016 e vede la partecipazione dei principali enti di ricerca nazionali. Oltre 300 le città europee coinvolte e quasi 100 gli eventi  organizzati in Italia. Ispra partecipa all’iniziativa con uno spazio dal titolo GeolOG(G)Ia: dal mare alla terra, quasi fermaLeggi il resto

“Cemento e l’eroica vendetta del letame”: in scena il consumo di suolo

cemento e l'eroica vendetta

Non solo tavole rotonde e interventi scientifici hanno animato il recente convegno di Roma dedicato al consumo di suolo. La Casa dell’Architettura è diventato un palco per lo spettacolo teatrale diretto e scritto da Massimo Donati e Alessandra Nocilla. Interpretato da Giorgio Ganzerli (autore comico per Scorie e Zelig), il monologo tragicomico racconta la storia di un agricoltore bergamasco accusato di aver distrutto gli escavatori di una società impegnata a costruire un laghetto artificiale per la pesca sportiva. Il video dello spettacolo su Youtube

Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

volantino Ostreopsis

Le principali informazioni sulla cosiddetta “alga killer”, particolarmente temuta durante la stagione balneare, sono state riassunte in un dépliant informativo realizzato, tra gli altri, da Ispra e Arpa Liguria. Le zone marittime francesi della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, del Principato di Monaco e della Regione Liguria sono state particolarmente toccate dal fenomeno della presenza dell’alga negli ultimi dieci anni.

Continua a leggere Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

Chi ha visto la foca monaca?

M2E1L0-29R350B300

Si susseguono gli avvistamenti di esemplari del mammifero nei mari italiani. In particolare, la foca monaca sembra aver trovato uno speciale habitat presso le isole Egadi, dove lo scorso inverno è stata avvistata in più occasioni. Esperti dell’Ispra e dell’Area marina protetta (AMP) “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, hanno monitorato la presenza di un nuovo esemplare della specie attraverso un sistema di foto trappole. Continua a leggere Chi ha visto la foca monaca?

Legge sul consumo di suolo, ecco i punti di forza e le criticità

volume consumo di suolo

Dopo il “Soilday 2016” dello scorso 13 luglio a Roma, che ha registrato grande interesse e partecipazione, torniamo a parlare della legge sul consumo di suolo con Michele Munafò, ricercatore dell’Ispra e responsabile del rapporto annuale curato dall’Istituto. Leggi il resto > Continua a leggere Legge sul consumo di suolo, ecco i punti di forza e le criticità

Oltre 90 specie aliene individuate in quattro porti dell’Adriatico. A Bari Infoday sul progetto Balmas

pesce coniglio striato

Monitorare le acque di zavorra delle navi per limitare i rischi provenienti dalle specie aliene: è l’obiettivo del progetto europeo Balmas (Ballast Water Management System for Adriatic Sea Protection), che si conclude a settembre e sul quale Ispra ha promosso un momento d’incontro a Bari. Presentato il quaderno “Nuove specie in Adriatico: cosa fare, come riconoscerle”, un volume ricco di immagini e descrizioni delle specie ittiche aliene. Leggi tutto