Balneazione in Veneto, nel 2016 qualità eccellente per più del 95% dei punti esaminati

Durante la stagione balneare 2016, sono stati esaminati 1046 campioni di acque di balneazione di cui 1045 sono risultati favorevoli per una percentuale di conformità ai valori limite di legge pari al 99.9% dei casi. Su 169 punti dei 174 che compongono la rete di controllo in Veneto è stata effettuata la classificazione 2016 basata sui dati degli ultimi 4 anni (2013-2016); per i restanti 5 punti, istituiti negli anni 2015 e 2016, non sono disponibili dati sufficienti per effettuare la classificazione. 163 punti, il 96.4% del totale esaminati, sono di qualità eccellente mentre 5 punti nel mare Adriatico e 1 nel lago di Santa Croce risultano di qualità buona. 

La rete di controllo delle acque di balneazione in Veneto è composta di 174 punti ripartiti su 8 corpi idrici: 95 punti sul mare Adriatico, 65 sul lago di Garda, 1 sullo specchio nautico di isola di Albarella, 4 sul lago di Santa Croce, 1 sul lago del Mis, 4 sul lago di Centro Cadore, 2 sul lago di Lago e 2 sul lago di Santa Maria.
Come previsto dalla normativa vigente in materia, su ogni punto di controllo si eseguono rilevazioni di parametri ambientali, ispezioni di natura visiva e prelievi di campioni di acqua per l’analisi batteriologica su due parametri di derivazione fecale Escherichia coli ed Enterococchi intestinali. La cadenza dei controlli durante la stagione balneare è mensile; controlli aggiuntivi sono previsti entro 10 giorni dall’inizio della stagione balneare e in caso di risultati non favorevoli delle analisi.

I dati in sintesi
Durante la stagione balneare 2016, sono stati esaminati 1046 campioni di cui 1045 risultati favorevoli per una percentuale di conformità ai valori limite di legge pari al 99.9% dei casi. Solo in un punto è stata riscontrata una non conformità per un caso di inquinamento di breve durata, conclusosi entro i 3 giorni.
Complessivamente, durante la stagione balneare 2016 si è registrato un lieve miglioramento delle percentuali di conformità (+0.3% di campioni favorevoli) rispetto al 2015.

La classificazione 2016
Su 169 punti dei 174 indagati è stata effettuata la classificazione 2016 delle acque di balneazione valida per l’inizio della stagione balneare 2017, basata sui dati rilevati negli ultimi 4 anni (2013-2016). Non è ancora possibile classificare i restanti 5 punti in quanto istituiti tra gli anni 2015 e 2016.
Dalla classificazione risulta che 163 punti, il 96.4% del totale esaminati, sono di qualità eccellente mentre 5 punti nel mare Adriatico e 1 nel Lago di Santa Croce risultano di qualità buona; pertanto tutti i punti monitorati sono da considerarsi idonei per l’inizio della stagione balneare 2017.
La classificazione 2016 conferma il requisito già raggiunto, previsto dalla normativa vigente, per cui entro la fine della stagione balneare 2015 tutte le acque di balneazione dovevano essere almeno di qualità sufficiente.

per saperne di più

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *