“Natura senza confini”, le buone prassi del Trentino per la biodiversità nei Balcani 


Una delegazione di ricercatori, esperti e istituzioni locali montenegrine e kosovare ha compiuto una visita di studio in Trentino dal 27 giugno al 1 luglio 2016 finalizzata a conoscere le buone prassi locali di promozione e protezione della biodiversità. L’iniziativa fa parte del progetto europeo BorN BORderless Nature. Biodiversity protection and development of Prokletije and Bjeshkët e Nemuna Natural Parks, gestito dall’associazione “Trentino con i Balcani-Kosovo” con la collaborazione tecnica di Albatros srl; il progetto è finanziato dalla Commissione europea e co-finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.

Durante la visita sono stati effettuati seminari e incontri sulle strategie e modalità di gestione delle aree protette, sui programmi educativi rivolti alla cittadinanza e alla scuola e modalità di collaborazione tra chi a vario titolo in Trentino si occupa di tutela dell’ambiente. Le istituzioni trentine chiamate a condividere la propria esperienza con i ricercatori ospiti sono state l’ Agenzia per la protezione dell’ambiente (Appa), che ha organizzato un briefing sulla didattica ambientale nel sistema delle aree

protette del Trentino, il Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia Autonoma di Trento, la Rete di riserve dell’alta Val di Cembra, il Parco Adamello Brenta, la Fondazione Mach e il Muse. La visita fa seguito a due sopralluoghi compiuti dai partner trentini del progetto, finalizzati alla raccolta di dati e alla informazione sulle specie animali dei parchi di Prokletije e Bjeshket e Nemuna, orientati alla creazione di un web-gis e all’attivazione della prima rete ecologica transfrontaliera tra Kosovo e Montenegro.

Premio Ambiente Euregio Tirol-Alto Adige-Trentino 2016

Premio ambiente 2016

Ha preso ufficialmente il via l’ 8a edizione del Premio Ambiente Euregio Tirol-Alto Adige-Trentino 2016. E’ un progetto comune dell’Abteilung Umweltschutz/Tirol, dell’Agenzia provinciale per l’ambiente/Alto Adige, Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente/Trentino e la Transkom Sas. L’obiettivo perseguito da questo bando di concorso è quello di sensibilizzare e motivare ad una tutela dell’ambiente attiva ed altresì quello di incentivare l’innovazione nel settore ambientale. Il premio consente, altresì, alle imprese di presentare i progetti innovativi sviluppati ed offre a singoli privati la possibilità di proporre idee per concretizzare misure di tutela ambientale. Leggi il resto >

Le nuove linee guida sugli odori in provincia di Trento

Le emissioni di sostanze odorigene possono condizionare pesantemente la libera fruizione del territorio, e limitarne le condizioni di vivibilità. Le linee guida, approvate dalla Giunta provinciale di Trento, sono finalizzate a definire una metodica per la caratterizzazione delle emissioni odorigene e del loro impatto sul territorio circostante, con l’obiettivo di ridurre i conflitti fra attività produttive e popolazione consentendone e favorendone la coesistenza. Leggi il resto >

Progetto CLEAN-ROADS: workshop finale

Il progetto ha approfondito e quantificato a livello locale l’impatto che il sale produce sull’ambiente alpino in prossimità delle sedi stradali, ponendo le basi per una maggiore efficienza nell’utilizzo del sale e degli altri prodotti di anti-congelamento utilizzati in Provincia di Trento.

Link all’evento >

Iniziativa di ARPA Sicilia di promozione del marchio ambientale Ecolabel UE per le strutture turistico-ricettive

ARPA Sicilia ha programmato una iniziativa, cui parteciperà anche APPA Trento, di promozione del marchio ambientale Ecolabel UE specifico per le strutture turistico-ricettive, campeggi compresi, di cui alla presentazione ed al programma qui consultabili, che si terrà in Cefalù, presso il resort Calanica,  il giorno 27 maggio.

Link all’ evento >

Ciak, qui non si inquina: il Trentino premia le produzioni «green»

ecofilm.jpg

La Film Commission della regione ha presentato a Cannes un disciplinare per ridurre l’inquinamento sul set: occhio a rifiuti, trasporti e cibo. Fondi extra a chi sceglie di realizzare una produzione a basso impatto ambientale.
Un ente esterno, l’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente (Appa), verificherà le fasi di lavorazione e il rispetto delle azioni.

Leggi il resto >