Dalle regioni – La comunicazione delle informazioni ambientali

Esempio di mappa consultabile da Li.Bi.Oss.Le esperienze regionali in materia di comunicazione ambientale, una delle attività prioritarie del Snpa, presentate nel Rapporto ambiente Snpa.

Continua a leggere Dalle regioni – La comunicazione delle informazioni ambientali

Dalle regioni – La salvaguardia della biodiversità

Le esperienze regionali in materia di salvaguardia della biodiversità, che spaziano dalle api da miele ai cetacei, dai molluschi d’acqua dolce alle “tegnùe”, presentate nel Rapporto ambiente Snpa.

Continua a leggere Dalle regioni – La salvaguardia della biodiversità

Convenzione Arpa Liguria e Guardia costiera

A Genova è stato rinnovato l’accordo fra Capitaneria di Porto e Arpal, un’intesa che parte dalla balneazione e arriva alla modellistica, passando per i monitoraggi ambientali, le emergenze e le azioni congiunte in mare e lungo la costa. Un accordo che potrebbe essere allargato ad altre realtà costiere della penisola.

Continua a leggere Convenzione Arpa Liguria e Guardia costiera

Le acque superficiali interne, sotterranee e marino costiere

Accumuli di Posidonia oceanica su spiaggiaIl monitoraggio delle acque superficiali interne, sotterranee e marino costiere attraverso le esperienze di Ispra e delle Agenzie ambientali presentate nel Rapporto Ambiente Snpa 2018.

 

Continua a leggere Le acque superficiali interne, sotterranee e marino costiere

Suolo, buone pratiche: dal catasto delle terre e rocce da scavo, alla caratterizzazione dei sedimenti fluviali

Primo prototipo del geodatabase con inseriti tutti i siti estrattivi (attivi e cessati) di minerali solidi presenti nella provincia di CagliariAlcuni contributi dalle Agenzie ambientali su attività estrattive, terre e rocce di scavo, sedimenti fluviali e siti contaminati contenuti nel Rapporto Ambiente Snpa 2018.

Continua a leggere Suolo, buone pratiche: dal catasto delle terre e rocce da scavo, alla caratterizzazione dei sedimenti fluviali

I cambiamenti climatici: indicatori d’impatto, monitoraggi e droni

Arretramento annuale della fronte del ghiacciaio di Timorion (gruppo del Gran Paradiso, Valle d’Aosta)Sui cambiamenti climatici le esperienze presentate nell’ambito del Rapporto Ambiente Snpa riguardano la predisposizione di un set di indicatori di impatto, il monitoraggio dei cicli fenologici delle piante e l’uso dei droni per le variazioni dei versanti alpini e dei ghiacciai.

Continua a leggere I cambiamenti climatici: indicatori d’impatto, monitoraggi e droni

AssoArpa: gdl al lavoro per gli interventi in emergenza a seguito di incendio

Il tema degli interventi in emergenza a seguito di incendi negli impianti di trattamento rifiuti continua a essere di estrema attualità all’interno di Assoarpa e di Snpa: a Genova prende forma l’evento formativo che contribuirà ad omogeneizzare questo tipo di attività in tutta Italia.

Continua a leggere AssoArpa: gdl al lavoro per gli interventi in emergenza a seguito di incendio

Snpa è struttura operativa del Servizio nazionale di protezione civile

Il nuovo decreto legislativo sulla Protezione civile individua esplicitamente il Sistema nazionale di protezione dell’ambiente quale Struttura operativa del Servizio nazionale della protezione civile, superando un concetto che sembrava esclusivo di quelle agenzie dotate di Centro funzionale.

Continua a leggere Snpa è struttura operativa del Servizio nazionale di protezione civile

Arpal convalida nuovo metodo analisi Pfas

Fra gli inquinanti “emergenti” spicca la famiglia dei PFAS: il laboratorio di Arpa Liguria è stato scelto per validare un nuovo metodo analitico messo a punto da un ricercatore giapponese, che permette di analizzare insieme oltre 30 molecole. Un segnale importante all’interno di un Snpa che vede già pronti sul tema sia il Veneto, leader del settore, sia la Lombardia; insieme, appunto, alla Liguria.

Continua a leggere Arpal convalida nuovo metodo analisi Pfas

Nuovo decreto sulle specie invasive: Ispra e Arpal già all’opera.

Le specie invasive sono una delle minacce più concrete per la biodiversità; un nuovo decreto appena uscito in Gazzetta Ufficiale propone nuove concrete misure e individua in Ispra l’ente tecnico scientifico di supporto al Ministero dell’Ambiente. In Liguria, grazie al progetto Aliem che coinvolge anche Toscana e Arpa Sardegna, si lavora a un sistema di allertamento precoce, e a una sezione dedicata in Libioss, l’Osservatorio ligure delle specie aliene.

Continua a leggere Nuovo decreto sulle specie invasive: Ispra e Arpal già all’opera.

Articoli scientifici di Arpal

Rappresentano una visione parziale, molto approfondita e per certi versi quasi indecifrabile ai non addetti ai lavori, ma le pubblicazioni scientifiche sono un indicatore della qualità del lavoro svolto, e acquisiscono ancora più significato quando scaturiscono da enti che hanno competenze territoriali e finalità analitiche prettamente operative. Arpa Liguria ha raccolto i lavori pubblicati negli ultimi anni.

Continua a leggere Articoli scientifici di Arpal

Come gestire le emergenze a seguito di incendi

IncendioGli interventi a seguito di incendi in impianti di rifiuti sono diventati di una preoccupante regolarità su tutto il territorio nazionale. Carlo Emanuele Pepe, direttore generale di Arpa Liguria, introduce l’argomento e il gruppo di lavoro per ottimizzare la risposta che si può dare su questo tema così delicato.

Continua a leggere Come gestire le emergenze a seguito di incendi

Il Poor Man’s Ensemble di Arpal su Atmospheric Research

Pubblicato su una rivista scientifica internazionale l’ultimo studio effettuato da Arpal, in collaborazione con l’Isac-Cnr di Bologna, che descrive nel dettaglio il funzionamento e i risultati del Poor Man’s Ensemble, un nuovo strumento che permette di sfruttare al meglio i modelli previsionali operativi disponibili nell’attività del Centro Meteo Arpal.

Continua a leggere Il Poor Man’s Ensemble di Arpal su Atmospheric Research

Tempo di regali: guarda come Arpal analizza la bigiotteria

In questo periodo dell’anno il laboratorio multisito di Arpal vede un incremento di un target ben definito di campioni: si tratta di frutta secca e cereali, per scongiurare la presenza delle micotossine (di cui avevamo già parlato su AmbienteInforma qui), e di bigiotteria, per la ricerca di possibili sostanze allergeniche.

Continua a leggere Tempo di regali: guarda come Arpal analizza la bigiotteria