EVENTI – Tallio: problematiche ambientali ed effetti biologici di un contaminante emergente

Il 1° marzo 2018 presso l’Area della Ricerca CNR di Pisa si terrà un workshop promosso dal Dipartimento di Scienza della Terra in collaborazione con il CNR, la Società di geochimica italiana, la Regione Toscana e Arpat su “Geochimica del Tallio: sorgenti, problematiche ambientali ed effetti biologici di un contaminante emergente”.

Continua a leggere EVENTI – Tallio: problematiche ambientali ed effetti biologici di un contaminante emergente

Arpa Toscana ricerca nelle acque glifosate e Pfas

L’articolo tratta del lavoro svolto da Arpa Toscana per la definizione di metodi analitici per determinare la presenza nelle acque superficiali e sotterranee di inquinanti emergenti quali il glifosate e i Pfas.

Continua a leggere Arpa Toscana ricerca nelle acque glifosate e Pfas

Rifiuti spiaggiati lungo le coste toscane

Aggiornamento relativo al monitoraggio di Arpat nell’ambito della terza annualità del Piano operativo delle attività per la Marine Strategy. Rinnovato l’accordo tra ministero dell’Ambiente e Regioni costiere per proseguire le attività di monitoraggio nel triennio 2018-2020.

Continua a leggere Rifiuti spiaggiati lungo le coste toscane

La situazione in Toscana nel 2017

In Toscana, nel 2017, permangono alcune criticità per gli inquinanti Particolato PM10, Biossido di Azoto e Ozono.

Per quanto riguarda il PM10, il limite di 35 superamenti della media giornaliera di 50 µg/m3, come avvenuto nel 2016, è stato rispettato in tutte le stazioni con le due eccezioni delle stazioni di fondo PT-Montale, che ha registrato 36 superamenti, e LU-Capannori che ne ha registrati 55.

Il valore limite relativo all’indicatore della media annuale del biossido di azoto è stato superato in 3 stazioni di traffico urbano della Rete Regionale attive con serie valida: 2 collocate nel comune di Firenze (FI-Gramsci e FI-Mosse) e 1 nel comune di Siena (SI-Bracci).

Le elaborazioni dei dati rilevati dalle stazioni di rete regionale nel 2017 confermano la situazione critica per l’ozono: il valore obiettivo per la protezione della popolazione non è infatti stato rispettato nell’80% delle stazioni, mentre la soglia di informazione è stata superata in 4 stazioni, per un totale regionale di 9 ore. La situazione si è confermata critica in particolare per le zone interne toscane, ma i superamenti si sono verificati in tutte le zone della regione.

Leggi l’articolo completo sul sito di ARPAT.

Qualità dell’aria: dati aperti e sempre più riutilizzabili

Nuovi servizi di Arpa Toscana che rendono dataset di tipo Json, nell’ottica di favorire il riutilizzo dei dati aperti (open data).
Continua a leggere Qualità dell’aria: dati aperti e sempre più riutilizzabili

Dangerous trash

La DDA Toscana ha presentato i primi esiti dell’attività investigativa su un traffico illecito di rifiuti, coordinata dai Carabinieri forestali e a cui ha preso parte anche Arpat, insieme al’Agenzia delle Dogane e alla Capitaneria di porto. Continua a leggere Dangerous trash

Gli esiti dei controlli sulle sostanze organiche perfluorurate (Pfas) in Toscana

Iniziato in Toscana nel 2017 il monitoraggio di questi composti chimici nelle acque superficiali ed in quelle sotterranee in 51 stazioni di campionamento. Sono disponibili i risultati delle analisi. Continua >

Toscana: l’impegno Arpat nel controllo e negli Osservatori ambientali per le grandi opere infrastrutturali

Sul territorio regionale, e in particolare nella provincia di Firenze, è in corso la realizzazione di alcune grandi opere di interesse nazionale legate all’adeguamento e alla nuova realizzazione di infrastrutture per la mobilità.

Continua a leggere Toscana: l’impegno Arpat nel controllo e negli Osservatori ambientali per le grandi opere infrastrutturali

Serie decennali di dati aperti pubblicati da Arpa Toscana

Riguardano molti degli indicatori pubblicati dal 2012 nell’Annuario dei dati ambientali della Toscana. Sono disponibili in formato .pdf, quindi facilmente consultabile da tutti e di immediata comprensione, ed in formato .csv, un formato quindi “aperto” che permette agevolmente di rielaborare e riusare queste informazioni.

Continua a leggere Serie decennali di dati aperti pubblicati da Arpa Toscana

Toscana: 9 province su 10 devono ancora raggiungere il 65% di differenziata

Un quadro della situazione in Toscana per quanto riguarda i rifiuti urbani prodotti e la raccolta differenziata, con una particolare attenzione al tema dei rifiuti prodotti dai turisti e di come si possa potenziarne la raccolta differenziata.

Continua a leggere Toscana: 9 province su 10 devono ancora raggiungere il 65% di differenziata