Com’è e come vorreste che fosse Arpae Emilia-Romagna?

ER_logo_lente_300x200

Arpae dal 1° gennaio è un nuovo ente, con una nuova identità da affermare e da costruire; la progettazione e l’organizzazione di Arpae non possono prescindere dall’opinione dei suoi referenti esterni. Al via un´indagine sulla percezione dell’Agenzia e sulle principali caratteristiche che dovrebbe sviluppare, secondo i suoi utenti/clienti.

Il 1° gennaio 2016 la Regione Emilia-Romagna ha costituito l’Agenzia regionale per la prevenzione, l´ambiente e l´energia (Arpae), in attuazione della LR 13/2015 di riordino del sistema di governo regionale e locale. In Arpae sono confluite, oltre a tutte le strutture e competenze della precedente Arpa, che ne costituiscono l’ossatura portante, anche le funzioni dei Servizi Ambiente delle Province e parte dei Servizi tecnici di bacino.
Questo nuovo ente unisce alle funzioni caratteristiche di Arpa – monitoraggio, controllo, tutela, prevenzione – il rilascio delle autorizzazioni ambientali e delle concessioni demaniali, caratteristiche degli altri Servizi pubblici confluiti. L’insieme può consentire una maggiore conoscenza del territorio e delle pressioni ambientali, una maggiore omogeneità nell´erogazione dei servizi, un migliore supporto alle imprese, una più forte capacità elaborativa a supporto delle politiche ambientali. La nuova Agenzia conta ora circa 50 sedi sul territorio regionale e 1.300 dipendenti.

Arpae è quindi un nuovo ente, con una nuova identità, da affermare a da costruire; la progettazione e l’organizzazione di Arpae non possono prescindere dall’opinione dei suoi referenti esterni: dai Comuni alle imprese, da organi dello Stato alle associazioni ambientaliste, dalla Magistratura ai semplici cittadini, ai visitatori del sito arpae.it. Conoscere qual è la loro “prima impressione” avuta dalla nuova Agenzia e quali pensano debbano essere le priorità della sua attività futura sono tasselli fondamentali per costruire un’Agenzia di servizio all’ambiente e alla comunità regionale. Il 13 luglio scorso è stata avviata un’indagine per conoscere l´opinione dei diversi “clienti/utenti”. Attraverso un questionario, predisposto dall’Area pianificazione, si intende acquisire elementi chiave di percezione oggi e di attesa domani del posizionamento, del ruolo, dell’identità e dell’operato dell’Agenzia.
Sono stati contattati circa 6.000 indirizzi e-mail con invio del link al questionario, che ha l’obiettivo di raccogliere una doppia descrizione di Arpae: qual è la situazione attuale e quali sono le attese future, per tenerne conto nella definizione degli elementi identitari di Arpae.

Chiunque può rispondere al questionario, ogni immagine tratteggiata della fisionomia di Arpae aiuta a costruirla meglio, a farne uno strumento utile per le politiche regionali di difesa dell’ambiente e di supporto allo sviluppo sostenibile.

Vai al questionario