Conoscere la qualità dell’aria in Toscana

aria-toscana

Le modalità di accesso ai dati sulla qualità dell’aria in Toscana – rinnovate da circa un anno – consentono elaborazioni in tempo reale, tramite funzionalità come bollettini, mappe e grafici per zona omogenea.

Il sito Web di Arpa Toscana, grazie a una specifica applicazione dedicata, consente una comunicazione facile ed immediata dello stato della qualità dell’aria in Toscana, attraverso diverse funzionalità. Le pagine Web dedicate al tema sono infatti elaborazioni dinamiche delle banche dati Arpat, che sono popolate quotidianamente con le misure effettuate dagli analizzatori automatici dalla rete di monitoraggio. Gli aggiornamenti vengono effettuati nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì a cura del Centro regionale tutela qualità dell’aria (CRTQA), tutti i giorni per il PM10.

I bollettini quotidiani, oltre al valore numerico e al raffronto con il limite di riferimento, favoriscono la comprensione della qualità dell’aria grazie all’uso di un apposito codice che attribuisce un colore (dal verde al rosso) a specifici intervalli di concentrazione degli inquinanti, definiti sulla base dei limiti di legge. Ciccando sul nome della centralina, si accede inoltre ad una scheda riepilogativa con le informazioni relative alla stazione di misura ed una sintesi degli ultimi 30 giorni di monitoraggio.

Il sistema offre poi mappe della qualità dell’aria che – basandosi sui dati del bollettino – presentano le concentrazioni dei vari inquinanti rilevate nelle stazioni di monitoraggio, in modo quindi sintetico e di facile lettura. I cerchi presenti sulla mappa corrispondono alle stazioni di monitoraggio presenti sul territorio; il colore di sfondo è associato alla concentrazioni rilevata. Cliccando sul cerchio si accede alla scheda della stazione dove si possono osservare le concentrazioni rilevate in base agli analizzatori automatici installati. Dalla mappa è possibile accedere al bollettino della qualità dell’aria per la data selezionata e viceversa.

Attenzione specifica è riservata ai superamenti, tramite un elenco di tutte le situazione di criticità, ovvero i superamenti delle concentrazioni indicate dalla normativa come limite e rilevate nella rete nel corso dell’ultima settimana.

È inoltre possibile visualizzare l’andamento di un inquinante su una scala temporale scelta dall’utente attraverso grafici per zona omogenea: dopo aver selezionato l’inquinante è infatti possibile scegliere la zona omogenea di riferimento o digitare il nome del comune di interesse, se non si conosce la zona. Se esiste una concentrazione di riferimento prevista dalla normativa, questa è indicata sul grafico, per consentire una facile individuazione dei superamenti e delle criticità. In questo modo è anche possibile valutare la situazione di ogni comune della Toscana, in quanto l’applicazione consente l’agevole ricerca del comune, filtrando automaticamente solo le stazioni della relativa zona omogenea.

esempio-grafico-arpat

Nelle pagine dedicate alla qualità dell’aria sono resi inoltre disponibili:

  • l’archivio dei dati orari
  • le collezioni di report relativi alla qualità dell’aria
  • le informazioni sulle attività svolte da Arpat in materia

qualita-aria-appArpatfornisce informazioni sullo stato della qualità dell’aria anche attraverso il social network twitter, con l’hashtag #aria, e tramite la app gratuita per dispositivi mobili.

Oltre ai report specifici, l’Agenzia pubblica i dati relativi alla qualità dell’aria anche nell’Annuario dei dati ambientali, che tutti gli anni presenta lo stato dell’ambiente in modo sintetico, sotto forma di numeri, grafici e infografiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *