Ecotossicologia, Arta Abruzzo collabora al primo “Quaderno” di Ispra

Edito da Ispra il primo numero dei “Quaderni di Ecotossicologia”, dedicato ai saggi di fecondazione e sviluppo embrionale con riccio di mare Paracentrotus lividus. Arta Abruzzo coinvolta nella redazione e revisione.

Il volume, disponibile solo in formato elettronico, si propone di fornire gli aspetti metodologici indispensabili per una standardizzazione dei saggi di fecondazione e di sviluppo embrionale con il riccio di mare mediterraneo Paracentrotus lividus, unitamente a suggerimenti e indicazioni applicative ed operative riguardanti ad esempio la reperibilità e il mantenimento degli organismi, nonché alcuni specifici approfondimenti tecnico-scientifici.

Arta Abruzzo ha contribuito attivamente all’opera, partecipando al lungo percorso di messa a punto, promuovendo i primi esercizi di interconfronto tra laboratori e collaborando alla revisione finale di testo e immagini.

La pubblicazione rappresenta un esempio d’interazione sinergica e funzionale, dove competenze ed esperienze diverse sono state messe in rete, creando un meccanismo virtuoso che condurrà ad altre proposte metodologiche, per un sempre maggiore impiego dei metodi ecotossicologici.

Negli ultimi decenni è cresciuta l’importanza delle analisi ecotossicologiche per la valutazione biologica degli effetti sugli organismi viventi dovuti alla presenza degli agenti inquinanti nelle diverse matrici ambientali. Si è assistito ad un aumento delle applicazioni sulle matrici marine e, in particolare, sui sedimenti soggetti a movimentazione, tanto che è stato attribuito un ruolo primario all’approccio ecotossicologico in normative di settore, quali il decreto ministeriale 173/16 e il decreto direttoriale 8 Giugno 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *