Emilia-Romagna, verso un nuovo assetto per l’educazione alla sostenibilità

er_edamb300x

La Regione Emilia-Romagna è impegnata da tempo nel migliorare le politiche per la sostenibilità anche attraverso la rete per l’educazione alla sostenibilità (Res). Cogliendo lo spunto offerto dai processi di riordino istituzionale e dalla normativa che ha istituito il Sistema nazionale di protezione ambientale (Snpa) la Regione trasferisce ad Arpae la gestione delle attività in materia di educazione alla sostenibilità.

Nel corso degli ultimi decenni in Italia si sono affermate ai diversi livelli – nazionale, regionale e locale – esperienze organizzative e operative tese a potenziare e qualificare la competenza dei cittadini e delle istituzioni in tema di comportamenti sostenibili, nella convinzione che una società che ha fatto propri i valori della sostenibilità può aspirare legittimamente a un futuro equo e sicuro, non solo per se stessa, ma soprattutto per le generazioni a venire.

A partire da questa premessa la Regione Emilia-Romagna si è impegnata per migliorare le politiche per la sostenibilità e ha colto lo spunto offerto dall’attivazione dei processi di riordino istituzionale per consolidare la sua rete per l’educazione alla sostenibilità (Res)

Nell’ambito di questi processi si sono colte diverse opportunità:
–  la Lr 13/2015 che ha portato alla istituzione di un’Agenzia ambientale profondamente rinnovata (l’Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia, Arpae); l’Agenzia ha ora un ruolo più ampio rispetto al passato, avendo inglobato molte delle funzioni delle ex Province
– la
 L 28 n. 132/2016 che, in ambito nazionale, ha istituito il Sistema nazionale della prevenzione ambientale (Snpa); oltre ad ampliare la platea di utenti e interlocutori delle Agenzie ambientali, (dal sistema delle autonomie locali, agli stakeholder, all’intera cittadinanza), la legge ha assegnato alle Agenzie nuove funzioni quali la collaborazione ai programmi e alle attività di educazione alla sostenibilità, esplicitando inoltre la necessità di un efficace rapporto con il mondo dell’istruzione scolastica e universitaria.

Tenuto conto di questi cambiamenti normativi e istituzionali, la Regione Emilia-Romagna, a seguito della riorganizzazione delle proprie strutture e del conseguente aggiornamento della loro missione, ha ripensato anche l’allocazione delle strutture deputate all’educazione alla sostenibilità, già normate dalla Lr 27/2009, prevedendo il loro inserimento nell’ambito di Arpae. 

Questo passaggio è normato da una recente legge regionale (Lr 13/2016) che prevede il trasferimento ad Arpae Emilia-Romagna della gestione delle attività in materia di informazione ed educazione alla sostenibilità; in particolare l’art. 9 definisce gli ambiti di intervento:

  • gestione del Programma triennale dell’informazione ed educazione alla sostenibilità (Infeas) e sue principali azioni di sistema
  • gestione del portale web e di altri canali informativi, dei sistemi di documentazione e formazione a supporto
  • coordinamento e supporto dei Centri di educazione alla sostenibilità istituiti dagli enti locali in collaborazione con il volontariato del territorio
  • promozione e supporto al coordinamento delle azioni di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità attivati dalle strutture della Regione
  • promozione di campagne di comunicazione regionali sugli stili di vita sostenibili
  • azioni di stakeholder engagement, intese come rapporto e collaborazione con istituzioni scolastiche, Università e ricerca, associazioni ambientali e consumatori nella promozione della cultura ambientale e della sostenibilità
  •  promozione di progetti europei e partecipazione alle reti nazionali e internazionali che promuovono la formazione ed educazione alla sostenibilità.

L’esercizio di tali funzioni avverrà attraverso il passaggio delle risorse umane e finanziarie già in essere presso le strutture della Giunta, e troverà la sua organizzazione di dettaglio nei prossimi mesi. Questo nuovo assetto, al momento nella fase iniziale, a regime offrirà maggiori garanzie di continuità e di sviluppo dei valori della sostenibilità nella nostra comunità.
Vai a Educazione alla sostenibilità, portale Regione Emilia-Romagna 

Fin dalla sua istituzione l’Agenzia ambientale dell’Emilia-Romagna (prima Arpa, oggi Arpae) è stata parte della rete regionale per l’educazione alla sostenibilità (Res); l’Agenzia ha garantito supporto tecnico-scientifico alle diverse attività promosse sul territorio regionale, a richiesta di enti locali, associazioni e scuole. Ecco alcuni esempi delle attività svolte negli ultimi anni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *