EVENTI – Donne, tecnologie ed etica una combinazione possibile e vincente

La Rete CUG Ambiente è presente oggi, 19 marzo, all’iniziativa promossa dall’Ufficio del Parlamento europeo di Milano, inserita nell’ambito delle tradizionali giornate dedicate alle donne durante il mese di marzo di ogni anno.

Il dibattito al quale la Rete CUG Ambiente porta il suo contributo, si tiene il 19 marzo su: Donne, tecnologie ed etica una combinazione possibile e vincente.

Gli interventi previsti sono quelli di:

  • Mariarosa Caporali, presidente CUG Arpa Lombardia e presidente Rete CUG Ambiente su Le donne, la comunicazione e la tecnologia in Ispra, intervento effettuato su delega delle colleghe dell’Istituto, impegnate in un altro importante evento istituzionale di Sistema
  • Simona Cerrai, presidente CUG Arpa Toscana e vicepresidente Rete CUG Ambiente su Il linguaggio di genere quale strumento per leggere e interpretare la complessità del mondo anche nei luoghi di lavoro.

L’Ufficio del Parlamento europeo a Milano ha promosso un ciclo d’incontri su:
L’Europa è per le donne. Il tema di quest’anno, scelto dalla Commissione Donne del Parlamento europeo per la Giornata internazionale della donna, è Empowerment femminile nei media e TIC: la chiave per il futuro, tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) per promuovere l’uguaglianza di genere.

Si tratta di un tema che si declina in diverse possibili direzioni quali: sostenere l’uguaglianza di genere attraverso l’inclusione delle donne nei media, utilizzare le nuove tecnologie per difendere i diritti delle donne e per diffondere dibattiti di genere, comunicare idee e azioni dei movimenti femminili nel nuovo scenario digitale.

Sfruttare appieno il potenziale della società dell’informazione, per promuovere l’emancipazione femminile; affrontare il grave divario di genere nel settore digitale e della comunicazione e promuovere la piena integrazione
delle donne in tali settori; favorire l’istruzione e la formazione di donne e ragazze nel campo delle TIC e altre materie STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica); individuare i pericoli di mobbing e violenza contro le donne nell’utilizzo di Internet e delle nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *