Friuli Venezia Giulia, la Settimana regionale dell’educazione allo sviluppo sostenibile 2016

settimana-rotte-2016

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. (…) Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.” (Josè Saramago, Viaggio in Portogallo). Giunta alla sua undicesima edizione, la Settimana prende il largo, traccia rotte di possibili viaggi, strade, direzioni. Percorre, idealmente e concretamente, il tempo e lo spazio, in un mondo interconnesso, dove il vicino e il lontano hanno alterato i loro significati, addentrandosi in territori sconosciuti.

La sostenibilità, il suo paradigma in costruzione, la sua complessa opera omnia, richiede riflessioni non generiche, né generaliste; reclama impegni collettivi, partecipazione ampia, articolata, diversificata.

La rotta, dunque, non è solo la direzione seguita da una nave o da un aereo, è un passaggio, un modo di attraversare luoghi e significati, lasciando, come traccia indelebile, per sé e per gli altri, un frammento di storia che da personale diventa collettiva. È su questo senso di essere segno, gesto, incisione, che prende le mosse la riflessione, l’interrogarsi contemporaneo sulle rotte.

Rotte come:

  • Cambiamento: invertire la rotta, modificare il punto di vista delle idee, degli atteggiamenti
  • Perdita: smarrire la rotta causa spaesamento, talvolta confusione, condizioni in cui occasionalmente ci troviamo, in una realtà in velocissima trasformazione.
  • Errori: la storia recente del modello di sviluppo economico e sociale mostra i suoi limiti, un evidente errore di rotta
  • Novità: l’immagine, ormai perduta, dell’aprire strade attraverso il folto delle foresta, ha lasciato il posto a ulteriori sfide, che, come non mai, riguardano la salvaguardia della Terra, dischiudendo nuove rotte alla conoscenza, alla ricerca, alla partecipazione
  • Migrazioni: le migrazioni costituiscono condizione essenziale per il nostro Pianeta, prodotto di migliaia di anni di selezione naturale, che hanno dato frutto a un’altissima biodiversità. La diffusione stessa della specie umana e la sua elevata capacità di adattamento nelle differenti regioni geografiche è frutto di migrazioni
  • Commerci: la storia del Mediterraneo contiene in sé il segno tangibile degli scambi commerciali. Popolazioni antichissime hanno aperto rotte di navigazione attraverso le sue acque. Lungo le coste sono sorti porti, empori, mercati, viatico di mescolanze, intrecci, unioni. Oggi, tale significato tende a smarrirsi
  • Turismo: i viaggi a scopo ricreativo sono una voce importante della bilancia commerciale di numerosi Paesi. A fronte di un turismo di massa, ad elevato impatto ambientale, ne è nato uno “lento” alla scoperta di luoghi distanti dalle consuete rotte, fondato sul rispetto dell’ambiente, della natura e delle tradizioni.

Su questo tema si articolano le 35 iniziative che si realizzeranno in diversi territori della regione: da Trieste a Pordenone, da Gorizia a Monfalcone, passando per Palmanova, sede della Direzione centrale di Arpa FVG. Il calendario della manifestazione è stato realizzato grazie al contributo di diversi enti e organizzazioni, di cui un certo numero ha aderito alla Settimana sin dalla prima edizione del 2006.

Rotte, direzioni per la sostenibilità è un viaggio che toccherà alcuni luoghi, incontrando persone, storie e immagini. Saranno proposte iniziative di ogni tipo: incontri con dibattito, presentazioni del libro Libertà di migrare di Valerio Calzolaio e Telmo Pievani, convegni, laboratori didattici per i bambini e ragazzi, incontri di formazione, letture ad alta voce, escursioni, e le consuete proiezioni di film su tematiche ambientali in collaborazione con le mediateche regionali.

Invitiamo tutti i cittadini, gli enti, le diverse organizzazioni e i mass media a partecipare agli incontri, costruiti quali percorsi di riflessione, confronto e discussione sui temi cruciali del nostro tempo: una contemporaneità dove le problematiche ambientali, sociali ed economiche richiedono un impegno diffuso e collettivo. Tracciamo insieme nuove rotte, per affrontare il presente e il futuro del Pianeta, a partire dai nostri territori.

Periodo: 21-27 novembre.
Titolo: Rotte, direzioni per la sostenibilità
Dove: diverse sedi in Friuli Venezia Giulia (vedi programma allegato).
Organizzazione e coordinamento: Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente del Friuli Venezia Giulia (ARPA FVG) Laboratorio regionale di educazione ambientale (LaREA).
Enti e organizzazioni aderenti: ACCRI, La Cappella Underground, SISSA, Mediateca Ugo Casiraghi, Isontina Ambiente, Centro espressioni cinematografiche, CeVi, associazione Ospiti in arrivo, Centro d’accoglienza Ernesto Balducci, associazione culturale ”Scienza Under 18 Isontina”, Istituto d’istruzione superiore “Il Tagliamento”, Regione FVG settore Ambiente e biodiversità, World Biodiversity Association onlus, Biblioteca comunale di Trieste Quarantotti Gambini, Donne Africa, Nati per leggere, Istituto tecnico agrario “G.Brignoli”, Consorzio Italiano di Solidarietà – Ufficio Rifugiati Onlus, Mediateca Pordenone di Cinemazero, Comune di Bertiolo, Terraè – officina della sostenibilità, ForEst studio naturalistico, associazione Amici dell’Hospitale, cooperativa sociale Controvento, Science Centre Immaginario scientifico, Wwf Area marina protetta di Miramare, Damatrà Onlus, Club per l’Unesco Udine, Biblioteca comunale di Castions di Strada.
Riferimenti: www.ea.fvg.it; www.arpa.fvg.it ; settimana.sostenibilita@arpa.fvg.it; profilo FB_Laboratorio regionale di educazione ambientale
Calendario degli eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *