Giornata dell’ambiente: in Alto Adige focus sui due laghi in bacini calcarei

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente del 5 giugno, in Alto Adige l’attenzione è puntata sui due unici laghi in bacini calcarei, a Braies e Monguelfo.

Il Laboratorio biologico dell’Agenzia provinciale per l’ambiente ed Eurac Research hanno individuato i profondi laghi in bacini calcarei quale tipologia dei corpi idrici 2017. Lo scopo di questa iniziativa è di far conoscere meglio l’importanza ecologica di questo ecosistema. Grandi laghi e corsi d’acqua sono stati suddivisi in tipologie idriche seguendo i criteri stabiliti dalla legge. Fra queste tipologie è stata inserita anche quella dei profondi laghi alpini che si trovano in zone calcaree, dislocati fra gli 800 e i 2000 m, con profondità superiore a 15 m e circondati da un territorio calcareo. In Alto Adige solamente due laghi rientrano in questa categoria: il lago di Braies e il lago bacino di Monguelfo.

Durante i mesi invernali ed estivi i laghi sono caratterizzati da una stratificazione termica, con temperature costanti attorno ai 4 gradi in profondità. Questa stratificazione viene meno durante le stagioni di transizione, primavera ed autunno, durante le quali grazie ai cambiamenti della temperatura delle masse d’acqua superficiali, si osserva un vero e proprio rimescolamento non solo termico, ma anche delle sostanze nutrizionali e dell’ossigeno disciolto nell’acqua. Inoltre, essendo questo tipo di laghi inseriti in un ambiente calcareo, si possono avvalere di una grande capacità tampone, ovvero riescono a neutralizzare immissione acide (quali per esempio le piogge acide) mantenendo il valore del pH dell’acqua pressoché inalterato.

Laghi montani profondi con bacino imbrifero calcareo come il lago di Braies sono poveri di nutrienti e ospitano specie che prediligono ambienti con basse concentrazioni di nutrienti. La specie di dittero Prodiamesa olivacea si trova particolarmente bene in questi ambienti freddi e ricchi di ossigeno. Anche alcune alghe unicellulari appartenenti al gruppo delle diatomee vengono spesso rinvenute nel Lago di Braies e confermano la natura di questo ambiente lacustre.

Ulteriori informazioni sui laghi altoatesini, metodi d’analisi, qualità delle acque, contromisure in caso insorgano dei problemi e qualità dei laghi balneabili sono disponibili sul sito web dell’Appa Bolzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *