Gli accertamenti di Arpa Campania per un incendio nella Ilside di Bellona (CE)

Nel corso delle ultime settimane Arpac ha pubblicato una serie di rapporti che riguardano l’incendio dello scorso 11 luglio nel sito dell’ex Ilside di Bellona, in provincia di Caserta.

A seguito dell’incendio, che ha interessato la quasi totalità dei rifiuti presenti nel sito, l’Agenzia ha attivato una serie di controlli e monitoraggi nel territorio interessato.

Sono state, tra l’altro, campionate le emissioni diffuse in prossimità dell’impianto dell’ex Ilside e nel centro di abitato di Bellona; determinate le concentrazioni di diossine nell’aria e nel terreno nell’ambito dell’area interessata, e inoltre è stato svolto un monitoraggio della qualità dell’aria con un laboratorio mobile posizionato nel centro di Bellona.

I risultati delle attività messe in campo a seguito dell’incendio sono stati pubblicati progressivamente sul sito web dell’Agenzia. Per facilitarne la consultazione, si riportano a seguire i link di riferimento, con la data di pubblicazione:

I report elaborati dall’Agenzia mostrano che i valori di concentrazione delle diossine nell’aria sono risultati maggiori dei valori di riferimento tratti dalla letteratura tecnica, in prossimità dell’impianto e nei giorni immediatamente successivi all’incendio, con tendenza alla diminuzione. Sono in corso ulteriori controlli per monitorare l’andamento di detti inquinanti.

Le analisi condotte sul terreno, invece, non hanno evidenziato superamenti dei limiti normativi. Ulteriori controlli verranno condotti nei prossimi giorni, con altri prelievi dello strato superficiale del terreno (top soil).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *