Il Laboratorio Multisito di Arpa Umbria

la-chimica-delle-acque-600x300

Quello di conformare i propri servizi ai requisiti previsti dagli standard di qualità è un obiettivo che il Laboratorio Multisito di Arpa Umbria, articolato nei due siti di Perugia e Terni, si è dato come prioritario sin dalla sua nascita.

Negli anni ciò ha portato ad ottenere l’Accreditamento Accredia in conformità UNI CEI EN ISO/IEC 17025 di complessivamente 76 prove sia in matrici sanitarie (es. acque potabili, minerali e alimenti) che ambientali (es. acqua, aria immissioni ed emissioni, suolo, rifiuti); inoltre, la struttura ha ottenuto le Certificazioni rilasciate da Certiquality secondo la UNI EN ISO 9001 e la UNI EN ISO 14001 per “Servizi di analisi chimiche, fisiche e biologiche su matrici ambientali e alimentari, con emissioni di pareri tecnici ed esecuzione di controlli ambientali”.

Il Laboratorio  eroga servizi di supporto analitico alle attività di controllo finalizzate alla tutela dell’ambiente e della salute, eseguendo prove biologiche, biotossicologiche, chimiche, fisiche, microbiologiche su matrici ambientali di propria competenza a favore di Enti pubblici , dei Servizi interni all’Agenzia e delle attività di supporto tecnico analitico a favore di ASL in tema di acque e alimenti e bevande.

Vengono altresì erogate prestazioni a favore di privati per le attività per cui Arpa non esercita funzioni di controllo demandate dalla legislazione in materia ambientale e sanitaria.

Fra le eccellenze che Arpa si è riproposta di realizzare all’interno del Laboratorio rientra la creazione, in un’ottica di razionalizzazione delle risorse , di Centri specialistici .

Fra questi figura il Centro per la ricerca di Diossine e PCB su tutte le matrici ambientali e, più di recente, anche su quelle alimentari (per le quali è in corso l’accreditamento Accredia), attrezzato e potenziato grazie all’acquisizione di strumentazione avanzata. Nuovi strumenti sono anche andati in questi mesi a potenziare anche l’attività del Centro di specializzazione per l’analisi di pesticidi su tutte le matrici ambientali e sanitarie, per ampliare la gamma di sostanze ricercate, fra le quali, ad esempio, il glifosate.

Dal 2015, poi – grazie ad un accordo stipulato fra Assobioplastiche e Arpa Umbria – il Corpo Forestale dello Stato, le Polizie provinciali e locali, nonché gli organi di polizia amministrativa e giudiziaria, possono avvalersi del Laboratorio di Arpa Umbria per l’analisi di campioni di sacchetti oggetto di sequestro , al fine di verificarne la rispondenza alle norme di legge in tema di biodegradabilità e compostabilità (conformità alla norma UNI EN 13432:2002).

Tale attività rientra fra quelle condotte dal Centro specialistico che il Laboratorio  ha allestito per l’analisi dei materiali e oggetti a contatto con alimenti (MOCA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *