Il processo riorganizzativo del laboratorio multisito di Arpa Umbria

La struttura laboratoristica di ARPA Umbria, oggi Laboratorio Multisito con due sedi a Perugia e Terni, è stata oggetto negli anni di una riorganizzazione che ha migliorato la produttività per le attività che ne rappresentano il ‘core business’ e favorito lo sviluppo di alcune specializzazioni.

Nel corso degli ultimi anni la struttura laboratoristica di ARPA Umbria è stata interessata da un processo riorganizzativo che lo ha trasformato in Laboratorio Multisito con le due sedi di Perugia e Terni.

Il progetto aveva lo scopo di razionalizzare i costi di gestione, di raggiungere buoni livelli di produttività associati ad un elevato grado di professionalità e specializzazione ed è stato caratterizzato dal pieno coinvolgimento del gruppo dirigente del Laboratorio che ha condiviso pienamente gli obiettivi prefissati e si è impegnato per il loro raggiungimento.

Il principio della massima condivisione è stato fondamentale per costruire una organizzazione professionale la cui forza principale sono le persone ed è basata, nel caso specifico, quasi esclusivamente sulle professioni chimiche e biologiche.

A supporto delle opzioni organizzative, sono stati intrapresi alcuni interventi nel breve-medio periodo e cioè:

  • forte sviluppo del software di gestione campioni LIMS;
  • collegamento diretto degli strumenti al LIMS;
  • miglioramento dell’accettazione e refertazione;
  • organizzazione del trasporto campioni fra le due sedi del Laboratorio Multisito;
  • revisione e allineamento dei protocolli analitici;
  • accurata analisi dei tempi di risposta;
  • sviluppo del sistema qualità che riavvicini i due siti in termini di modalità operative e spirito di appartenenza con l’obiettivo di garantire lo sviluppo dell’Accreditamento e Certificazione.

Nello scenario proposto, i due laboratori che partivano da una dimensione provinciale hanno assunto un ruolo di supporto specialistico a livello regionale per l’Agenzia quale “service” professionalmente qualificato. A livello organizzativo questo implica che la struttura Laboratorio Multisito sia una struttura sovra-provinciale con autonomia tecnica e organizzativa, la cui architettura ha previsto Sezioni Analitiche specialistiche professionali per tipologia analitica e/o per matrice nelle due sedi, come riportato nel dettaglio:

Con la nuova organizzazione, confermata e perfezionata nella recente Riorganizzazione Agenziale conclusasi alla fine del 2016, il Laboratorio Multisito ha migliorato la produttività di entrambe le sedi per le attività che rappresentano il core business dei laboratori Arpa, quali quelle su acque (chimiche e microbiologiche), sugli alimenti (chimici) e su suolo, rifiuti ed aria ed è riuscito a sviluppare anche alcune specializzazioni che rappresentavano l’obiettivo principale della riorganizzazione stessa quali:

  • controllo delle emissioni ai camini,
  • biomonitoraggio acqua (bioindicatori acquatici),
  • biomonitoraggio aria (pollini e licheni),
  • Diossine in matrici ambientali e alimentari,
  • Microinquinanti organici e pesticidi in matrici ambientali,
  • Laboratorio di Riferimento Regionale per la determinazione di Legionella.

Negli ultimi tre anni è stato anche sviluppato un nuovo comparto analitico, inserito nel centro MOCA (Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti), che ha lo scopo di verificare la conformità dei sacchetti biocompostabili alla norma UNI EN 13432:2002, mediante verifica di composizione, spessore e test di disgregazione, in accordo a quanto riportato nella Legge 28/2012 sostituita dal DPR n.123 del 13/8/2017, e che lo pone come Laboratorio di Riferimento per tale attività su tutto il territorio nazionale a supporto degli Enti accertatori (Guardia di Finanza, Carabinieri Forestali e Carabinieri NOE).

Un’attenzione particolare Arpa Umbria ha riservato all’argomento certificazioni ed infatti il Laboratorio Multisito è accreditato secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005, (accreditamento ACCREDIA n.0485) con 76 prove accreditate su matrici alimentari e ambientali, ed è certificato secondo la UNI EN ISO 9001:2008 Certiquality (certificato Certyquality n.6568), la UNI EN ISO 14001:2004 (certificato Certiquality n.9567) e la UNI CEI ISO/IEC 27001:2014 (certificato Certiquality n. 21504 ).

Nel processo riorganizzativo del Laboratorio Multisito un ruolo fondamentale è stato riservato al capitolo di adeguamento strumentale con corposi investimenti economici che hanno permesso sia la sostituzione di apparati obsoleti che l’acquisizione di strumentazione analitica ad elevata tecnologia quali ICP-MS, GC-MS-TQ, LC-MS-TQ e, più di recente, un Microscopio a Scansione Elettronica ed una DFS, elementi indispensabili per le sfide analitiche richieste alla “rete dei laboratori” del sistema SNPA.

Meno efficace l’investimento sulle risorse umane dedicate all’attività analitica, che negli ultimi tre anni ha visto una riduzione del numero di personale tecnico sia a causa della ridotta capacità assunzionale dovuta al blocco del turnover che alla necessità di trasferire alcuni operatori ad altre attività agenziali.

In conclusione, l’obiettivo che ARPA Umbria si è posta in questo processo organizzativo è quello di migliorare l’efficienza del proprio Laboratorio Multisito e la capacità di rispondere prontamente alle nuove sfide analitiche in tema ambientale oltre che essere elemento integrato nella costituenda “Rete dei Laboratori” del SNPA.

a cura di Donatella Bartoli, Direttore del Laboratorio Multisito di Arpa Umbria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *