I progetti europei BrennerLEC e PrepAIR nella provincia di Trento

La Provincia autonoma di Trento collabora concretamente con le Amministrazioni provinciali e regionali vicine per attuare azioni comuni e condivise nell’ambito della tutela della qualità dell’aria, attraverso la partecipazione a progetti cofinanziati dalla Commissione europea.

L’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (APPA) partecipa, in qualità di partner, a due progetti cofinanziati dal Programma per l’ambiente e l’azione per il clima LIFE 2014-2020: il progetto LIFE BrennerLEC (Brenner Lower Emissions Corridor – www.brennerlec.life) e il progetto LIFE PREPAIR (Po Regions Engaged to Policies of AIR – www.lifeprepair.eu), entrambi strategici per le politiche di riduzione dell’inquinamento atmosferico, in quanto agiscono sulle sorgenti emissive più rilevanti in Trentino. Attualmente, infatti, la rete provinciale di monitoraggio evidenzia il perdurare del superamento del valore limite annuo di biossido di azoto presso le stazioni di traffico e concentrazioni critiche di particolato atmosferico e benzo(a)pirene soprattutto nel periodo invernale, principalmente a causa della combustione domestica di biomassa legnosa e delle condizioni meteorologiche sfavorevoli.

Il progetto BrennerLEC, partito a settembre 2016 con durata prevista di 4 anni, ha come obiettivi il miglioramento della qualità dell’aria, la protezione del clima e la riduzione dell’inquinamento acustico. Il progetto propone di rendere il traffico veicolare di transito sull’asse del Brennero maggiormente rispettoso della salute della popolazione residente e più compatibile con le caratteristiche del territorio. Le azioni mirano alla creazione di un corridoio a ridotte emissioni di inquinanti lungo l’asse autostradale del Brennero, attraverso la sperimentazione di politiche innovative di gestione dinamica dei flussi autostradali, riduzione dinamica dei limiti di velocità per automobili e veicoli leggeri e utilizzo di segnaletica stradale “intelligente” in prossimità dei centri urbani. A tal fine, è prevista un’intensa attività di monitoraggio delle matrici ambientali (qualità dell’aria e rumore), dei trasporti (dati di traffico) e dell’impatto sociale delle misure attuate, nonché lo sviluppo di modelli previsionali e di un sistema proattivo di supporto alle decisioni, che permetterà di anticipare le situazioni più critiche e di agire prima che esse si verifichino. BrennerLEC è coordinato da Autostrada del Brennero S.p.A, in collaborazione con le Agenzie per la protezione dell’ambiente di Trento e Bolzano, l’Università di Trento, IDM Südtirol – Alto Adige e la società di ingegneria CISMA Srl. All’interno del gruppo di progetto, APPA si occupa del monitoraggio della qualità dell’aria nel tratto trentino dell’autostrada e gestisce una stazione di misura degli inquinanti in prossimità del casello di Rovereto Sud.

Il progetto PREPAIR coinvolge le Regioni e le Agenzie per la protezione dell’ambiente del territorio del Bacino padano (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Provincia di Trento, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna), le città metropolitane di Torino, Milano e Bologna, nonché l’Agenzia ambientale slovena e due enti no-profit (FLA – Fondazione Lombardia per l’Ambiente, e ERVET – Emilia-Romagna Valorizzazione Economica Territorio S.p.A.), sotto il coordinamento della Regione Emilia Romagna. Il progetto, di durata pari a 7 anni, prevede l’implementazione di azioni coordinate e sinergiche per la riduzione delle emissioni nei quattro settori principalmente responsabili dell’inquinamento atmosferico nell’area di studio: il riscaldamento domestico a legna, i trasporti, i consumi energetici degli edifici e l’agricoltura.

Per la Provincia di Trento, APPA coordina direttamente le azioni relative alla formazione professionale di progettisti, installatori e manutentori di impianti domestici a legna, e di spazzacamini e fumisti. Inoltre, APPA segue le azioni di monitoraggio della qualità dell’aria, di messa a punto di strumenti di monitoraggio e modelli comuni per la qualità dell’aria, di promozione dei cosiddetti “acquisti verdi pubblici” (beni e servizi certificati “verdi” che gli enti pubblici sono obbligati per legge ad acquistare), di sensibilizzazione sulle buone pratiche di gestione degli impianti a legna e di educazione ambientale nelle scuole elementari, medie e superiori sul tema della qualità dell’aria.

L’agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia (APRIE) coordina invece il gruppo di azioni legate ai consumi energetici. Per le piccole-medie imprese saranno promossi gli interventi di efficientamento energetico e produzione di energia rinnovabile attraverso la raccolta di casi studio e la redazione di linee guida. Per gli edifici privati si punta ad avviare il processo di riqualificazione profonda del patrimonio condominiale, con azioni di formazione e training rivolte alle categorie professionali coinvolte. Per gli edifici pubblici sarà creata una piattaforma informativa di supporto agli enti locali per facilitare l’accesso alle opportunità di finanziamento e incentivazione nel campo del risparmio energetico. APRIE è inoltre coinvolta nelle azioni di promozione della mobilità elettrica a scala di Bacino Padano, nonché nell’organizzazione di iniziative per lo sviluppo di una mobilità consapevole, condivisa e più attenta all’ambiente nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

Considerata la rilevanza delle azioni di sensibilizzazione e formazione rivolte ai cittadini nell’ambito del programma di finanziamento LIFE, i risultati del progetto PREPAIR saranno inoltre divulgati grazie a conferenze rivolte agli addetti ai lavori, alla realizzazione di moduli di e-learning, video promozionali e specifiche campagne di comunicazione rivolte alla cittadinanza.

Per maggiori approfondimenti su BrennerLEC: http://www.appa.provincia.tn.it/brennerlec

Per maggiori approfondimenti su Prepair: http://www.appa.provincia.tn.it/Prepair/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *