Illuminazione urbana e inquinamento luminoso, Arpa Veneto ha partecipato al light talk di APIL

L’Associazione dei professionisti dell’illuminazione (APIL) ha organizzato il 21 febbraio a Milano un incontro di approfondimento su illuminazione nelle città e inquinamento luminoso, a seguito della puntata di Presa diretta in cui si è parlato di questo problema. Andrea Bertolo dell’Osservatorio permanente di Arpav sull’inquinamento luminoso era tra gli esperti invitati a “chiacchierare” sull’argomento.


Circa una sessantina i partecipanti, professionisti che si occupano di illuminazione, progettisti, tecnici di ditte produttrici di apparecchi di illuminazione. Si è trattato di un dialogo a più voci, focalizzato sull’inquinamento luminoso, la cultura della luce, la qualità della luce nelle nostre città, da cui sono emersi numerosi spunti su cui riflettere. Ne segnaliamo alcuni:

vivere la notte? solo negli ultimi circa 100 anni l’uomo ha iniziato a vivere la notte con la luce artificiale mentre il nostro corpo è fatto per la “naturale” alternanza luce-buio

efficienza energetica non significa qualità della luce: nel progettare la luce artificiale esterna per le nostre città si considerano solo gli aspetti di efficienza energetica, trascurando invece la qualità della luce, che significa considerare il contesto in cui si opera, la percezione, il colore della luce, la disomogeneità che crea percorsi e suggestioni: non è necessario illuminare tutto come uno svincolo autostradale!

quando e quanto LED? Il LED è una grande potenzialità, ma occorre usarlo bene, calibrare la luce negli orari di fruizione, ad esempio i monumenti dopo un certo orario andrebbero spenti

quantità o qualità della luce? La quantità di luce non può sopperire alla qualità: in città serve meno luce (spesso le città estere hanno livelli di illuminazione minori che in Italia), ma più qualità, che significa anche contrasto di luce, chiaro scuro, differenze cromatiche; fuori città si illumini solo dove serve e quando serve

per saperne di più sull’inquinamento luminoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *