Dal Mose alle scuole: le attività di Arpa Veneto sull’inquinamento acustico

In Veneto Arpav è la struttura tecnica di riferimento per l’inquinamento acustico ambientale e la tutela della popolazione dai rischi per la salute ad esso legati. Oggetto delle attività realizzate dai tecnici dell’Agenzia sono le sorgenti rumorose presenti nel territorio: infrastrutture di trasporto, attività produttive e commerciali, grandi opere realizzate sul territorio regionale sia nella fase di cantiere che in corso d’opera.

L’Agenzia esegue controlli fonometrici a supporto degli Enti locali, a cui competono le attività di vigilanza e controllo nelle situazioni che generano fenomeni di disturbo: nel 2015 ha effettuato 237 interventi di misura, di cui 81 sulle infrastrutture di trasporto (con superamento delle soglie della normativa nel 28% dei casi) e 156 sulle attività produttive o commerciali/servizi e cantieri (con superamento delle soglie della normativa nel 47% dei casi).

Quale struttura tecnica di riferimento, Arpav emette pareri nelle istruttorie per le attività rumorose su incarico delle Amministrazioni competenti, esegue verifiche sull’efficienza dei sistemi di monitoraggio acustico degli aeroporti, partecipa alle Commissioni aeroportuali (a Venezia, Treviso e Verona), esegue ispezioni nelle aziende soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale.

La Direzione Tecnica dell’Agenzia, tramite l’Osservatorio Regionale Agenti Fisici, su delega della Regione del Veneto, provvede alla gestione e aggiornamento dell’Elenco regionale dei Tecnici Competenti in Acustica, che ad oggi conta 906 iscritti.

Un’attività di approfondimento sul tema rumore che coinvolge i tecnici Arpav è l’audit tematico sul monitoraggio delle grandi opere infrastrutturali. Tra queste citiamo la barriera del MOSE, la Superstrada Pedemontana Veneta, l’autostrada A31 Valdastico sud, la Terza corsia dell’A4 Venezia – Trieste. Si tratta delle verifiche sulle rilevazioni di rumore eseguite dal committente dell’opera nelle varie fasi di realizzazione fino all’infrastruttura in esercizio, svolte dai tecnici ARPAV attraverso esame documentale, sopralluoghi in campo e misure in doppio. Le rilevazioni sono finalizzate all’individuazione di eventuali criticità acustiche connesse ai cantieri e all’esercizio dell’infrastruttura, nell’ottica di una loro rapida mitigazione.

L’Agenzia svolge anche azione di sensibilizzazione sul tema. Tra le iniziative, un progetto, in corso nella città di Verona, ha coinvolto gli studenti delle scuole superiori nell’utilizzo di applicazioni dei cellulari per le rilevazioni fonometriche di tipo conoscitivo. L’iniziativa ha la doppia valenza di informare le giovani generazioni circa l’inquinamento dell’ambiente urbano, in particolare quello acustico con riferimento all’impatto generato dal traffico veicolare, e di sperimentare l’utilizzo di questa risorsa umana diffusa, i giovani, ai fini della mappatura acustica comunale.

Anche nel campo della misura delle vibrazioni, l’Agenzia interviene ove sia segnalato e richiesto un intervento di valenza ambientale (incluso l’audit per le grandi opere).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *