Ispra, Call for paper per numero monografico 2018 di “Reticula”

“Mobilità dolce: una nuova stagione di ruoli e considerazioni per l’implementazione delle Infrastrutture Verdi” è il titolo del numero monografico in uscita a dicembre. Entro il 30 giugno l’invio delle proposte.

La rivista tecnico-scientifica dell’Ispra “Reticula” approfondisce i temi della connettività ecologica legati alle green infrastructure, ai servizi ecosistemici e alla governance ambientale connessa ad una pianificazione ecosensibile del territorio e del paesaggio.

Il tema scelta per il numero monografico 2018 parte nasce dall’esigenza di approfondire L’intento del numero monografico 2018 è di apportare un contributo di conoscenza alle attività concretamente utili per la diffusione e la governance degli elementi di mobilità dolce come importante componente del più vasto insieme delle Infrastrutture Verdi. I temi della pianificazione territoriale e paesaggistica, della tutela, della gestione e valorizzazione delle risorse ambientali, nelle varie declinazioni, rimangono argomento centrale e ineluttabile degli articoli della monografia.

A oltre due decenni dall’introduzione, nel panorama europeo, del concetto di greenways, infrastrutture per una mobilità non motorizzata ed eco-friendly, gli elementi per la mobilità dolce rappresentano elementi importanti per l’attuazione e diffusione delle Infrastrutture Verdi.
Tali reti di percorsi e sentieri, rappresentando elementi di connessione (corridoi ecologici multifunzionali) del sistema di aree naturali e seminaturali, possono supportare azioni integrate che rispondano a criteri di sicurezza, fruibilità ed accessibilità e, al contempo, a nuovi interessi e alle nuove considerazioni legate al mutato scenario delle problematiche ambientali (adattamento al cambiamento climatico, mitigazione dell’inquinamento, perdita di biodiversità, frammentazione territoriale, salvaguardia e mantenimento della pluralità dei servizi forniti dagli ecosistemi).

Per maggiori informazioni sulla call vedi il sito dell’Ispra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *