ISPRA TV, semi di creatività on line

Le nuove tecnologie per l’informazione e la comunicazione sono un’opportunità da non perdere per rinsaldare il patto di fiducia e di collaborazione tra cittadini e istituzioni, che si è declinata a livello europeo e internazionale in ormai numerosi tentativi di modernizzazione attraverso la creazione di piattaforme per la e-democracy, la citizen science, il citizen journalism, non che nell’uso ormai consueto di social network, tra i quali Facebook, You Tube, Istagram.

In questo ambito si inserisce l’utilizzo della web TV come “strumento del comunicare”, da parte di istituzioni pubbliche a livello nazionale e locale (come ad esempio la web TV della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica) ed Enti scientifici e di ricerca quali ENEA (webtv.enea.it), CNR (www.cnrweb.tv) e ISPRA (tv.isprambiente.it).

Gli obiettivi sono informare, far conoscere, destare interesse sui temi ambientali e sugli aspetti connessi: cultura, società, integrazione, idee, pensieri, progetti, reti.

Fino ad ora sono stati inseriti più di 600 video (interviste, servizi di approfondimento e documentari). Nel tempo sono stati inventati e progettati canali e contenitori innovativi, con una attenzione particolare alla dimensione creativa, emotiva e di partecipazione attiva del pubblico.

Tra questi:

  • GAIA, acronimo di Green Artists in Action, uno spazio in cui ricerca, ambiente, istituzioni, arte, cultura, espressività si ritrovano in un mix inedito. Interviste ad artisti che realizzano le loro opere usando materiale di riciclo o altro per lanciare un messaggio a favore del rispetto e della tutela dell’Ambiente;

  • ISPR@TIVA, uno spazio aperto alla partecipazione degli utenti (citizen journalism), che possono inviare alla redazione video e fotografie su specifiche tematiche ambientali, di volta in volta indicate;

  • “NOI”, uno spazio che ospita video dedicati alle attività dell’ISPRA: ricerche, progetti, studi, eventi, brevi spot, interviste che guidano alla scoperta del lavoro quotidiano e scientifico dell’Istituto;

  • GREENCLIP, l’ambiente raccontato attraverso spot realizzati in un linguaggio efficace, diretto e creativo.

La nuova piattaforma tv.isprambiente.it è stata realizzata a costo zero da un team composto da webmaster, grafici e redattori interni ad ISPRA. Sono state elaborate statistiche relativamente alle visualizzazioni e all’engagement del pubblico, consultabili sul Focus dedicato alla Comunicazione in appendice al Rapporto delle aree urbane di ISPRA1. Qui, a titolo indicativo, riportiamo che il sito tv.isprambiente.it registra circa 15.000 visualizzazioni di video all’anno.

La piattaforma della web tv è affiancata da una pagina Facebook (www.facebook.com/ispratv) dedicata, dove vengono pubblicati contenuti testuali e immagini fotografiche, oltre che video, a corredo delle news e dei servizi pubblicati sulla piattaforma video.”

Sono state fatte anche delle iniziative in cui è stata coinvolta la RETE CUG AMBIENTE e partecipando, con un video, al concorso WE Women for EXPO 2015 la RETE è risultata vincitrice.

La sfida si gioca in 4 parole Etica, Responsabilità, Linguaggio e Partecipazione. Tutti ingredienti necessari da coniugare al meglio per poter ottenere credibilità e reputazione.

Una tv fatta soprattutto da donne che utilizzano creatività, metodo e ha come scopo quello di educare attraverso un modo gradevole ma pieno di contenuti; una Tv necessaria e curiosa che si guarda intorno e, leggendo i segni dei tempi, utilizza tutti i potenziali strumenti per raggiungere il nobile fine di mettere al centro l’Ambiente, la Scienza, la Ricerca, i Cittadini e le Donne.

Tratto da un articolo di Chiara Bolognini (Ispra TV) rivisto da Mariarosa Caporali (Presidente Rete CUG Ambiente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *