La mappatura acustica dell’agglomerato urbano di Cagliari

Arpa Sardegna (Arpas) e Arpa Toscana (Arpat) hanno stipulato una convenzione per collaborare all’aggiornamento della mappatura acustica strategica dell’agglomerato urbano di Cagliari comprendente i Comuni di Assemini, Cagliari, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Quartucciu, Quartu S.Elena, Selargius, Sestu, e Settimo S.Pietro.

La mappatura acustica strategica, così come in conseguente Piano di azione, rientra fra gli strumenti specifici messi in campo dalla legislazione europea, recepita in Italia dal D.Lgs 194/2005, per combattere il rumore ambientale cui sono esposte le persone nelle zone edificate, nei parchi pubblici o in altre zone degli agglomerati.

Per ottemperare alla data di scadenza per la mappatura del 30 giugno 2017, la Regione Autonoma della Sardegna ha istituito un gruppo di lavoro comprendente la Provincia di Cagliari, l’arpad, il Servizio Sostenibilità Ambientale e sistemi informativi (Casi) e il Servizio Tutela dell’Atmosfera e del territorio (Tat) dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente con il compito di instaurare una collaborazione tecnico-scientifica con Arpat per approfondire il tema della modellistica acustica e le metodologie di elaborazione dei dati necessarie per produrre gli elaborati richiesti dalla Comunità Europea.

Arpat, dal canto suo, anche se ha maturato una consolidata esperienza nel campo della mappatura acustica degli agglomerati urbani in Toscana, ha comunque interesse ad approfondire ed aggiornare le competenze in materia, anche in vista dell’attuazione del piano operativo dell’Agenzia che prevede l’esecuzione della mappatura strategica sulle strade regionali, anch’essa con scadenza giugno 2017, come stabilito dalla Direttiva.

In particolare, il personale individuato da Arpat provvederà a supportare, mediante affiancamento diretto e/o da remoto, il gruppo di lavoro di Arpas per l’elaborazione della mappatura strategica mediante il software di modellistica acustica IMMI.

Sottolineiamo, infine, che questa cooperazione rientra a pieno titolo nel quadro di riferimento del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (SNPA) che prevede la collaborazione fra Agenzie per la realizzazione di attività di ricerca e sperimentazione scientifica e tecnica di comune interesse finalizzate al raggiungimento degli obiettivi che si propone la legge istitutiva del Sistema.

Il personale di Arpa Sardegna parteciperà anche ai corsi di aggiornamento che Arpa Toscana organizza per il proprio personale sulle tematiche oggetto dell’accordo.

2 pensieri su “La mappatura acustica dell’agglomerato urbano di Cagliari”

  1. La mappatura acustica dovrebbe essere attuata dovunque soprattutto nei piccoli comuni dove a volte in pochissimi spazi si trova l’agglomerato urbano e attività comerciali e industriali molto rumorose. Tali attività abbassano notevolmente la qualità della vita di chi si trova ad abitare in questi posti.. e i comuni molto spesso non intervengono adeguatamente anzi autorizzano in strade piccole e strette del centro storico il passaggio di enormi tir che rimangono accesi per ore e la permanenza di tir frigorifero accessi per tutta la notte. Non mi sembra che questa legge abbia cambiato qualcosa o sia di agevolazione a cittadini che sono incappati in queste difficoltà.

  2. La mappatura acustica comunale può essere un utile strumento di pianificazione urbanistica sé il documento tecnico viene adattato dall’ ente territoriale e entra a far parte nel regolamento comunale di igiene urbana, in cui si prende atto dei valori mappati, limita l’ esposizione dei ricettori sensibili, adotta idonei mezzi mitiganti e si dotta di un sistema operativo di verifica puntuale in funzione preventiva dei disturbi da attività rumorosa a disposizione del cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *