La morte di Mario Signorino “padre” del sistema delle agenzie ambientali

mario

Il presidente dell’Ispra Bernardo De Bernardinis esprime il suo cordoglio e la sua costernazione per la scomparsa di Mario Signorino. “A Mario Signorino dobbiamo molto tutti noi” ha commentato De Bernardinis, “perché con la legge 61/94, da lui tenacemente voluta e sostenuta, ebbe inizio il lungo, faticoso ma anche coinvolgente ed entusiasmante percorso e la crescita di quello che oggi è definitivamente sancito come Sistema nazionale di protezione dell’ambiente della Repubblica tutta, e non solo delle donne e degli uomini di buona volontà che per questo hanno lavorato e continuano a lavorare“.Mario Signorino si è spento il 15 agosto a Roma all’età di 78 anni.
Nato a Messina il 10 marzo 1938, Signorino è stato analista ed esperto di strategie ambientali.
Negli anni ’60, assistente alla cattedra di di Storia moderna del prof. Rosario Romeo presso l’Università di Roma, dal 1967 al 1970 divenne direttore del settimanale di Ferruccio Parri l’Astrolabio, nel 1976-77 diresse la rivista Prova Radicale.
Fondatore nel 1977 – e a lungo presidente – degli Amici della Terra/Italia. Senatore radicale 1983-87.
Con Rosa Filippini e Marco Pannella portò in Italia Amory Lovins e Ivan Illich già a metà degli anni ‘70.
Fu ideatore del referendum per sottrarre i controlli ambientali alla Usl (Asl) del 1993 (pacchetto referendario Segni-Giannini-Pannella).
Ideatore ed estensore della legge 61/94 istitutiva del sistema delle agenzie per l’ambiente, primo presidente dell’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente (Anpa, poi Apat, oggi Ispra). Esperto della Commissione tecnico-scientifica del Ministero dell’ambiente.

http://www.messinaoggi.it/News/Messina/Politica/2016/08/16/Morto-lex-Senatore-radicale-Signorino-29665.html
http://www.amicidellaterra.it/index.php/2-iniziative/145-e-morto-mario-signorino
https://www.radioradicale.it/scheda/483876/gianfranco-spadaccia-ricorda-mario-signorino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *