La protezione delle acque discussa a Cagliari nella IMPEL Water and Land Conference

Il 4 e 5 ottobre si è svolta a Cagliari, ospitata da Arpa Sardegna e da AssoArpa, l’annuale conferenza “Land use and Water quality: which interconnections?” organizzata dall’Expert Team Water and Land del Network IMPEL.

IMPEL, composto da 50 Autorità di controllo di 35 Paesi europei, è un’importante realtà nata per agevolare, attraverso lo scambio di buone pratiche e lo studio di linee guida condivise, l’omogenea applicazione della complessa normativa ambientale comunitaria. Per l’Italia, partecipano al network il ministero dell’Ambiente, Ispra, AssoArpa e Arpa Lombardia, cui è affidato il coordinamento dell’Expert Team Water and Land.

Alla conferenza hanno partecipato 43 funzionari di 14 Paesi, dando importanti contributi connessi principalmente all’impatto sui corpi idrici dell’agricoltura, alla pianificazione di bacino, agli impatti dell’antropizzazione, al riuso delle acque.

Ne è emerso un quadro europeo nel quale la riduzione degli impatti ambientali dell’attività agricola, in generale, è valutato come priorità, probabilmente in termini assoluti. L’uso razionale della risorsa idrica, il suo riuso, la minimizzazione dei reati legati al ciclo dell’acqua sono altri argomenti di grandissimo rilievo, anche nella prospettiva della gestione degli effetti, ormai evidenti, dei cambiamenti climatici. Non sono stati trascurati temi relativi all’impatto sui suoli e sulle acque delle attività industriali in esercizio e di quelle ormai dismesse.

Gli argomenti sono stati trattati, tra l’altro, alla luce delle prime indicazioni della strategia che la Commissione europea sta definendo con l’Iniziativa Environmental Compliance Assurance. Questa mira a mirata a rendere più fruttuosa l’azione delle “Autorità Regolatrici” attraverso la promozione dei comportamenti virtuosi, una maggior efficacia dell’azione di controllo, una più snella e solida azione giudiziaria, nonché il miglioramento dell’interazione tra i soggetti che svolgono attività di controllo e i Policy Makers.

Al più presto saranno rese disponibili le presentazioni e gli atti della conferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *