Meno carta e più digitale: l’evoluzione del Centro documentale di Arpae

Meno carta e più digitale,  e con l’attribuzione ad Arpae della competenza in materia di educazione ambientale, si ampliano le potenzialità  del  Centro di documentazione dell’Agenzia dell’Emilia-Romagna.

Il Centro di documentazione di Arpae Emilia-Romagna nasce sul finire degli anni 90 da un progetto di riunificazione e catalogazione del patrimonio di risorse documentali e bibliografiche presenti presso le diverse strutture dell’Agenzia.

Il Centro si occupa inizialmente di catalogare le risorse esistenti, perlopiù cartacee, e di promuovere l’offerta interna sulle tematiche ambientali senza però affermarsi come sede centralizzata per le acquisizioni documentali di interesse trasversale. Questa funzione, acquisita solo recentemente e non in via esclusiva per tutta la dotazione informativa (sono escluse, ad esempio, le norme UNI), ha prodotto esiti significativi sia per la necessaria ottimizzazione degli investimenti, a fronte del calo progressivo delle risorse economiche, sia per il superamento della disomogeneità dell’offerta interna e l’ampliamento della fruibilità delle risorse a tutto il personale.

Si caratterizza da subito come spazio virtuale operativo su piattaforma informatica (non disponendo di un ambiente fisico adeguato e di personale specificamente dedicato), gestore di servizi di base in modalità self-service per l’utenza e con offerta elettronica (periodici, banche dati meteorologiche, ambientali, giuridiche), caratteristiche che conserva tuttora e che meglio si prestano a una realtà organizzativa con sedi distribuite su tutto il territorio regionale.

Obiettivo prioritario del Centro, oggi, è favorire la conoscenza e l’aggiornamento professionale degli operatori tramite l’acquisizione e la messa a disposizione, anche attraverso prestito inter-bibliotecario, di risorse tecnico-scientifiche aggiornate e pertinenti agli ambiti ambientali e giuridico-amministrativi di intervento dell’Agenzia.

Oltre a questi servizi di base, riservati alla sola utenza interna, il Centro cura la ricognizione delle esigenze documentali specifiche e comuni ai diversi settori professionali dell’Agenzia e gli aspetti amministrativi e contabili preliminari agli acquisti, verificando anche l’opportunità di prodotti accessibili gratuitamente previa iscrizione a biblioteche esterne.

Inoltre, assicura il coordinamento con biblioteche e centri documentali del Snpa, operando nell’ambito del gruppo di lavoro nazionale della rete Si-Documenta, che consente alle biblioteche ed ai centri aderenti di consultare online, grazie a un comune motore di ricerca, il catalogo collettivo del posseduto e gestire, gratuitamente, le eventuali richieste interne o di Agenzie terze di documenti di interesse non disponibili localmente.

Di seguito proponiamo una sintetica rassegna dell’offerta (fotografia a fine 2016) relativa alle banche date in abbonamento:

L’offerta è completata dai diversi prodotti editoriali dell’Agenzia, primo fra tutti la rivista Ecoscienza e dall’accesso a ulteriori risorse/servizi (per es. la biblioteca digitale MedialibraryOnline, che offre l’accesso gratuito da remoto a quotidiani italiani, banche dati e altro ancora).

La recente attribuzione ad Arpae della competenza in materia di educazione ambientale (Lr 13/20,16) ampliando le potenzialità dell’offerta informativa a livello di prodotti editoriali sui temi della sostenibilità, costituisce un indubbio arricchimento per il Centro documentale, il cui ruolo futuro è costruire un servizio di supporto all’approfondimento professionale e fornire a tutti un’opportunità formativa continua, utile alla professionalità del singolo e allo sviluppo dell’Agenzia.

Gabriella Sandon, Servizio Sviluppo organizzativo, formazione, educazione ambientale Arpae Emilia-Romagna

Altre risorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *