Mare e costa in Emilia-Romagna

ER_MARE_300

Arpae Emilia-Romagna mette a disposizione di tutti i dati e le informazioni delle attività sull’ecosistema marino-costiero, dal bollettino settimanale MareInForma di Arpae Daphne – che valuta temperatura, ossigeno disciolto, trasparenza e clorofilla –, alle previsioni dell’altezza dell’onda e all’erosione costiera. Sempre aggiornate le informazioni su balneazione, radiazione UV e rischio calore. Mare e costa ArpaeER.

Arpae Emilia-Romagna si occupa del tema mare sotto diversi aspetti. La Struttura oceanografica Daphne si concentra sullo studio, monitoraggio e controllo delle caratteristiche qualitative dell´ecosistema marino, attraverso la raccolta di informazioni, lo sviluppo di conoscenze e l´interpretazione delle dinamiche che lo governano. Più in generale, Daphne verifica che le diverse influenze dello sviluppo delle attività umane siano compatibili con la conservazione degli habitat marini e della qualità ambientale, per la tutela delle risorse naturali nel presente e nel futuro. L´attività principale si svolge su una rete di 41 stazioni di monitoraggio distribuite dal delta del Po a Cattolica e da costa a 10 km al largo finalizzate a:
– definizione dell´intensità e dell´estensione delle fioriture microalgali nell’area di mare compresa tra il delta del fiume Po e Cattolica; inoltre dal 2015 l’Agenzia effettua, di concerto con la Regione, il monitoraggio dell’alga tossica Ostreopsis ovata
– individuazione delle specie fitoplanctoniche che sostengono le eventuali fioriture
– controllo degli effetti derivanti dalle diverse fasi dell´evoluzione del fenomeno (anomale colorazioni delle acque, ipossie ed anossie dei fondali, morie di organismi bentonici ecc.)
– determinazione della concentrazione dei nutrienti (fosforo ed azoto in particolare) e loro distribuzione spaziale e temporale
– determinazione dei principali parametri fisico-chimici delle acque (temperatura, salinità, ossigeno disciolto, pH, clorofilla, trasparenza, torbidità); andamenti temporali e spaziali in relazione ai fenomeni eutrofici e alle condizioni meteo-marine
Vai al bollettino MareInForma

Dei  fenomeni che interessano i litorali, l’erosione costiera è tra i più studiati e monitorati. Si manifesta in modo evidente con l’arretramento della linea di riva, talvolta legata alla perdita di spiaggia emersa e sommersa, all’abbassamento del suolo e all’innalzamento del livello del mare. Il monitoraggio del fenomeno avviene attraverso le reti regionali di controllo della variazione del profilo di spiaggia (rete regionale topografica e batimetrica), dell’evoluzione della linea di riva e dell’andamento della subsidenza gestite da Arpae Emilia-Romagna. Periodicamente si realizzano anche campagne sedimentologiche per completare il quadro conoscitivo della costa regionale.
Vai a tema ambientale Costa 

La Sezione provinciale Arpae di Rimini coordina l´attiva relativa alla balneazione – alla quale partecipano anche le Sezioni di Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena – che consiste nei controlli delle acque marine di balneazione dall´1 aprile al 30 settembre di ogni anno.
Vai a Balneazione in Emilia-Romagna

Il Servizio IdroMeteoClima coordina l´attività riguardante le previsioni relative allo stato del mare, cioè delle proprietà fisiche del mare (onde, correnti, temperatura, elevazione della superficie, salinità), nonché quelle delle radiazioni ultraviolette.

Vai a Mare e costa ArpaeER