OpeNOISE: un progetto a tutto tondo sul rumore

Da circa tre anni Arpa Piemonte sta lavorando al progetto OpeNoise, un sistema gratuito e open-source per la valutazione dell’inquinamento acustico. L’obiettivo è quello di sfruttare le possibilità fornite dalle nuove tecnologie al fine di creare applicazioni che siano allo stesso tempo attendibili, economiche e utilizzabili dal maggior numero di soggetti possibile. Al momento OpeNoise si articola in una app Android per la misurazione del rumore e in una applicazione multipiattaforma per la modellizzazione acustica.

Misurazione del rumore
OpeNoise è una applicazione Android per rilevare il rumore attraverso smartphone e tablet, sviluppata da Arpa Piemonte in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella e scaricabile gratuitamente dal Canale di Arpa Piemonte di Google Play. Consente la misurazione del livello sonoro e della sua composizione in frequenza.

L’attendibilità di OpeNoise è stata verificata attraverso numerosi test in laboratorio e sul campo condotti su diversi dispositivi, confrontando i risultati con fonometri professionali in classe 1. Pur con alcune differenze, tutti gli apparecchi analizzati hanno fornito una buona risposta nella gamma di livelli sonori tipica dei rumori ambientali (45 – 80 dBA) e nel range di frequenza 200-5000 Hz.
Prima di considerare attendibili i livelli sonori misurati con l’applicazione è comunque necessario effettuare una calibrazione del dispositivo utilizzato, attraverso un confronto con livelli noti, in quanto ogni apparecchio ha una propria risposta al rumore.
La app è utilizzata dall’Agenzia, in via sperimentale, per ampliare la rete di monitoraggio del rumore presente in Torino con nuovi punti di rilievo a basso costo.
Per approfondimenti è possibile consultare l’articolo pubblicato sulla Rivista Italiana di Acustica.

Modellizzazione acustica
La normativa italiana ed europea per la gestione dell’inquinamento acustico in ambiente esterno ha reso necessario lo sviluppo dello strumento della mappatura acustica per adempiere ai diversi obblighi previsti. In affiancamento ai programmi commerciali disponibili sul mercato, Arpa Piemonte ha scelto di sviluppare una applicazione semplificata e di facile utilizzo nell’ambito del progetto QGIS, un GIS Desktop open source e gratuito, rilasciato sotto la GNU General Public License, utilizzabile su piattaforme Linux, Unix, Mac OSX, Windows e Android.

È stato quindi scritto e implementato il codice necessario alla realizzazione del plugin OpeNoise, scaricabile gratuitamente dal repository dei plugin di QGIS, in grado di calcolare il livello sonoro generato da sorgenti puntuali e da sorgenti stradali in punti ricettori e presso gli edifici.
Attualmente la metodologia di stima è di tipo semplificato: l’elaborazione è effettuata in 2D e non si tiene conto di fenomeni quali riflessione e diffrazione; inoltre non viene considerata l’attenuazione del terreno né l’influenza delle condizioni meteorologiche.

L’attendibilità di OpeNoise è stata verificata attraverso un confronto con precedenti mappature acustiche elaborate da Arpa Piemonte utilizzando software di calcolo proprietari: ad esempio, confrontando i risultati della modellizzazione della Città di Torino, è risultato che per l’83% degli edifici lo scarto tra i due sistemi di calcolo è inferiore ai 3 dB, mentre per il 90% è compreso entro i 5 dB.
L’obiettivo nel medio termine è quello di implementare le funzionalità di OpeNoise in modo da renderlo equiparabile ad un vero e proprio programma di modellizzazione con tecnica ray-tracing, in grado di tenere in considerazione i diversi fenomeni connessi alla propagazione del suono in contesti geometrici in 3D.

Per gli appassionati, è possibile visualizzare liberamente il codice di programmazione di entrambe le applicazioni, disponibile con licenza open-source GNU General Public License sulla piattaforma GitHub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *