8.000 km di costa italiana monitorata dalle Agenzie ambientali

coste

Da Ventimiglia in Liguria a Muggia in Friuli Venezia Giulia, sono circa 8.000 i km di costa italiana, spalmati su 15 regioni costiere; la superficie di mare antistante, molta di più. Le Agenzie per la protezione dell’ambiente, da aprile a settembre, effettuano almeno 4.866 campionamenti mensili per controllare la qualità delle acque di balneazione che, sulla base dei risultati analitici dei quattro anni precedenti, risultano buone o eccellenti nel 95% dei casi (report 2015 “Italian bathing water quality”). Continua a leggere 8.000 km di costa italiana monitorata dalle Agenzie ambientali

Arpa FVG all’avanguardia sul campionamento del fitoplancton marino potenzialmente tossico

dinofisis_w200
Da poco più di un anno Arpa FVG ha adottato un nuovo metodo di campionamento del fitoplancton marino che permette di ottenere risultati quantitativi maggiormente attendibili e confrontabili rispetto alle metodologie usate in precedenza.
Tale tecnica viene già utilizzata in Spagna, Portogallo, Irlanda, Regno Unito, Grecia e in Italia, al momento, solamente da Arpa FVG. Leggi il resto >

 

Arpacal: attività e controlli sul mare

pizzo4

Arpacal sottopone a controllo 635 aree che rappresentano il 94% della costa calabrese (pari a circa 715 km); il restante 6% di costa non è sottoposto a controllo in quanto soggetto a criticità. Dunque la tematica relativa alla balneazione e più in generale al mare è da sempre al centro delle attività di Arpa Calabria.  I controlli sui depuratori, i campionamenti e i monitoraggi della campagna di balneazione, le attività legate alla direttiva Marine Strategy, le ricerche sulla fioritura della microalga tossica Ostreopsis Ovata sono attività per cui Arpa Calabria si spende non solo durante il periodo estivo ma costantemente per tutto l’anno fotografando in ogni momento la realtà delle coste e studiando gli ecosistemi che circondano i due mari che bagnano la regione.

Continua a leggere Arpacal: attività e controlli sul mare

Rifiuti spiaggiati, una prima valutazione lungo le coste pugliesi

rifiuti spiaggiati_arpa puglia2

Nonostante sia emersa alquanto recentemente, alcuni studi mostrano che la problematica dei rifiuti marini trasportati dal mare lungo le coste ha importanti effetti negativi sull’ambiente e ricadute sul piano economico e sociale.  Grazie all’applicazione in Italia della Strategia marina, Arpa Puglia ha presentato un primo studio sulla  distribuzione quantitativa dei rifiuti spiaggiati raccolti in 10 aree costiere della regione, 6 sull’Adriatico e 4 sullo Ionio. I dati mostrano risultati interessanti: sembra emergere che la distribuzione dei rifiuti non sia determinata solo da fattori locali, ma le cause  debbano essere ricercate ad un livello più ampio di quello regionale utilizzando un approccio integrato. Leggi il documento completo.

EVENTI – Il 30 settembre è la Notte europea dei ricercatori

 

notte_europea_dei_ricercatori_2016

Promosso dalla Commissione europea, l’evento conclude la settimana dedicata alla comunicazione scientifica Frascati Scienza, che si svolge dal 24 al 30 settembre 2016 e vede la partecipazione dei principali enti di ricerca nazionali. Oltre 300 le città europee coinvolte e quasi 100 gli eventi  organizzati in Italia. Ispra partecipa all’iniziativa con uno spazio dal titolo GeolOG(G)Ia: dal mare alla terra, quasi fermaLeggi il resto

“Cemento e l’eroica vendetta del letame”: in scena il consumo di suolo

cemento e l'eroica vendetta

Non solo tavole rotonde e interventi scientifici hanno animato il recente convegno di Roma dedicato al consumo di suolo. La Casa dell’Architettura è diventato un palco per lo spettacolo teatrale diretto e scritto da Massimo Donati e Alessandra Nocilla. Interpretato da Giorgio Ganzerli (autore comico per Scorie e Zelig), il monologo tragicomico racconta la storia di un agricoltore bergamasco accusato di aver distrutto gli escavatori di una società impegnata a costruire un laghetto artificiale per la pesca sportiva. Il video dello spettacolo su Youtube

Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

volantino Ostreopsis

Le principali informazioni sulla cosiddetta “alga killer”, particolarmente temuta durante la stagione balneare, sono state riassunte in un dépliant informativo realizzato, tra gli altri, da Ispra e Arpa Liguria. Le zone marittime francesi della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, del Principato di Monaco e della Regione Liguria sono state particolarmente toccate dal fenomeno della presenza dell’alga negli ultimi dieci anni.

Continua a leggere Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

Chi ha visto la foca monaca?

M2E1L0-29R350B300

Si susseguono gli avvistamenti di esemplari del mammifero nei mari italiani. In particolare, la foca monaca sembra aver trovato uno speciale habitat presso le isole Egadi, dove lo scorso inverno è stata avvistata in più occasioni. Esperti dell’Ispra e dell’Area marina protetta (AMP) “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, hanno monitorato la presenza di un nuovo esemplare della specie attraverso un sistema di foto trappole. Continua a leggere Chi ha visto la foca monaca?