Pesticidi nelle acque, il monitoraggio 2015-2016 nell’area ovest della Lombardia

Ogni anno, in Italia sono utilizzate oltre 130.000 tonnellate di pesticidi, di cui la gran parte in pianura Padana.
Nel 2015-2016 Arpa Lombardia ha monitorato i corsi d’acqua della regione, rilevando anche glifosate e Ampa.

La direttiva quadro europea Acque (WFD 2000/60/CE) impone agli stati membri di fornire “la necessaria protezione dei corpi idrici con lo scopo di evitare il deterioramento della loro qualità al fine di ridurre il livello di trattamento di depurazione richiesto per la produzione di acqua potabile“.

Ogni Paese è di conseguenza chiamato a presidiare lo stato delle risorse idriche sul proprio territorio e le campagne di monitoraggio riguardano anche la ricerca di microinquinanti organici, quali i pesticidi. Questi ultimi  sono ampiamente utilizzati in agricoltura e possono essere veicolati dalla pioggia nei corsi di fiumi, torrenti, rogge e canali (le c.d. acque superficiali). Inoltre, attraverso strati di terreno e di roccia, possono confluire in sorgenti di acqua sotterranea, come le falde acquifere (acque sotterranee).

La relazione nazionale Ispra sui pesticidi, edizione 2016, relativa alla campagna di monitoraggio italiana 2013-2014, ha riferito che su 1284 punti analizzati, il 63,9% è contaminato da pesticidi.  

Distribuzione dei pesticidi monitorati nella zona occidentale della Lombardia

La campagna di monitoraggio effettuata da Arpa Lombardia nel periodo 2015-2016 nelle acque della zona occidentale della regione (secondo la Direttiva 2013/39/CE e il Dlgs 172/2015) è stata effettuata su 154 punti di campionamento.
Tra i  pesticidi determinati mediante analisi di laboratorio, i principali riscontrati sono quelli ampiamente utilizzati nella coltivazione del riso e dei cereali, come erbicidi o come insetticidi, sia nella piccola che nell’estesa produzione agricola.

I risultati della campagna mostrano che il maggior contributo all’inquinamento è dovuto alla presenza di pesticidi polari, glifosate e Ampa, diffusi in tutte le province, sia nelle aree agricole (Pavia, Milano, Lodi) sia in zone densamente urbanizzate (Milano, Monza, Varese).

Distribuzione percentuale di campioni con presenza di Glifosate ed AMPA (Ovest Lombardia)

Gli altri pesticidi – più strettamente correlati agli erbicidi delle colture – sono invece localizzati nelle aree di Lodi, Pavia e Sud Milano, zone principalmente dedicate alle coltivazioni di riso e granturco.

Percentuale di campioni con presenza di pesticidi nelle province di Pavia, Milano e Lodi

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *