Pollnet: tutte le informazioni per difendersi da pollini e allergeni

pollnet

Oltre cinquanta le stazioni presenti sul territorio italiano che ogni giorno rilevano la presenza dei pollini e spore nell’aria. Ogni settimana on line sul sito di pollnet Il bollettino con le previsioni regionali elaborate dal sistema.

Nell’aria che respiriamo sono spesso presenti quantità significative di pollini e spore fungine.
Queste particelle, per il loro contenuto allergenico, hanno un impatto importante sulla salute di milioni di nostri concittadini ad esse sensibili (si va dalla rinite allergica alle dermatiti, alle congiuntiviti, all’asma).
Accanto agli evidenti costi sociali, le conseguenze economiche di questo fenomeno, sono estremamente rilevanti e stimate, per il nostro Paese, nell’ordine delle decine di miliardi di euro all’anno (FEDERASMA).
Lo studio dei pollini aerodispersi rivela, inoltre, importanti informazioni in ambito della biodiversità vegetale, della copiosità dei raccolti agricoli, e, per serie storiche sufficientemente lunghe, per quanto attiene agli impatti dei cambiamenti climatici.
Queste considerazioni spiegano perché, anche in assenza di una legge specifica, le Agenzie Ambientali si siano interessate a questo tema già dai primi anni dalla loro formazione.
Rispondendo a tale manifestazione d’interesse, con i fondi messi a disposizione dalla legge 23 marzo 2001 n. 93 recante “Disposizioni in campo ambientale”, APAT ha finanziato quindi la realizzazione di una rete di monitoraggio di pollini e spore fungine d’interesse allergenico agronomico e ambientale denominata POLLnet.
Ad essa partecipano le agenzie ambientali che nel tempo si sono dotate di un proprio monitoraggio di pollini e spore nel rispetto degli standard di qualità condivisi (attualmente il monitoraggio è attivo in 16 tra APPA e ARPA e comprende 54 stazioni).
La rete POLLnet (http://www.pollnet.it), nata allora, è quindi oggi la rete di monitoraggio aerobiologico istituzionale del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA), fa parte del Sistema Informativo Nazionale Ambientale (SINAnet) ed è in collegamento con il sito europeo di monitoraggio aerobiologico (POLLENinfo).
Nelle pagine del sito http://www.pollnet.it sono consultabili oltre alla descrizione di ogni singola stazione, i bollettini pollinici aggiornati settimanalmente, i calendari pollinici, la tabella di riferimento per la classificazione delle concentrazioni, le schede botaniche delle principali famiglie monitorate, le pubblicazioni e l’indicazione delle principali iniziative in tema di monitoraggio aerobiologico.
L’attività della rete è regolata dal punto di vista tecnico e organizzativo dalle “Linee Guida POLLnet” approvate dal Consiglio Federale  in data 3 novembre 2015.