Reticula, la rivista dell’Ispra sulle reti ecologiche

reticula

Da alcuni anni si è affermato il principio che per salvaguardare la biodiversità, in termini di specie e habitat naturali, è fondamentale prevenire le situazioni di discontinuità territoriale. In altri termini, per preservare i caratteri e i valori naturali di un territorio occorre impedire che questo sia frammentato a causa dell’azione diretta dell’uomo (costruzione di infrastrutture o insediamenti urbani). Tutto questo significa applicare il concetto di rete ecologica alla pianificazione del territorio e del paesaggio. Ideata dall’Ispra, Reticula è il nome della rivista scientifica che si occupa dell’argomento: un titolo scelto sia per l’evidente rimando al tema, sia perché la pubblicazione intende creare una rete fra tutti i professionisti del settore.

Quello di Reticula è un percorso iniziato nel 2012 e giunto al tredicesimo numero con oltre 1.200 iscritti. Rivista quadrimestrale, è previsto un numero monografico all’anno. Nell’ultimo numero, un articolo sui tetti verdi di tipo estensivo, il punto sul verde pubblico nelle politiche nazionali, l’estinzione “annunciata” del fratino nel Lazio e un bilancio dell’esperienza di Reticula.
L’uscita del prossimo numero monografico (sul tema delle aree montane) è prevista per dicembre. La rivista è scaricabile dal sito di Ispra.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *