“Riscaldare con la legna… ma bene!”, nella campagna coinvolte anche le scuole altoatesine

“Pronti a far fuoco con Fritz!” e “Ho bisogno d’aria” sono le due iniziative pensate per le scuole, nell’ambito della campagna sulla corretta combustione domestica, promossa dall’Appa Bolzano. Video su youtube.

All’inquinamento atmosferico nelle città e in particolare nelle valli altoatesine contribuiscono in modo non trascurabile le stufe domestiche e i caminetti alimentati manualmente a legna. In molti casi, infatti, la combustione della legna non avviene in modo adeguato. L’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano, in collaborazione con i Comuni interessati, ha dato il via in ottobre ad una nuova campagna informativa e di sensibilizzazione con l’obiettivo primario di fornire consigli concreti ed efficaci per una corretta combustione della legna.

Tra le varie attività proposte vi sono anche due iniziative pensate proprio per i bambini. La prima, rivolta alle scuole elementari, è un teatrino dei burattini dal titolo “Pronti a far fuoco con Fritz”. In breve: a Fritz piace molto stare al calduccio e, per sua fortuna, ha vicino a sé una stufa. Questa però non vuol proprio saperne di bruciare quello che Fritz infila nella camera di combustione: un po’ di carta, del compensato, un po’ di rifiuti….tutto viene “sputato” fuori in modo divertente con scoppiettamenti rumorosi e fragori metallici. Alla fine, grazie ai consigli del nipote Manni, lo spazzacamino, e all’aiuto dei pompieri, Fritz riesce ad imparare come utilizzare correttamente la sua stufa e a godersi il suo bel calduccio.

Alcune scene divertenti del teatrino dei burattini (Foto: Appa Bolzano)

“I bambini rimangono molto colpiti dallo spettacolo dei burattini – spiega Heidi Thaler, referente per il settore dell’educazione ambientale dell’Appa Bolzano e coordinatrice del progetto – perchè vedono realmente cosa succede quando si brucia immondizia o altro materiale che non andrebbe messo nella stufa. Divertendosi, imparano quanto sia semplice scaldare la propria abitazione correttamente, facendo anche un’esperienza di vita”.

La seconda iniziativa, dal titolo “Ho bisogno d’aria”, è rivolta alle scuole medie e tratta il tema dell’aria, toccandone tutti i vari aspetti. “Lavorando in piccoli gruppi e seguendo le varie stazioni proposte – spiega ancora Heidi Thaler – gli alunni sperimentano in questo workshop, attraverso varie modalità (puzzle, cruciverba, esperimenti pratici ecc.) cos’é l’aria, questo nostro prezioso “alimento”, com’é composta e quali sono le sostanze più inquinanti che vi si trovano dentro. L’obiettivo è far comprendere ai ragazzi che è possibile, adottando determinati comportamenti, ridurre tali “mostri” inquinanti, partendo proprio dalle proprie esperienze quotidiane”.

Due stazioni del Workshop “Ho bisogno di aria”. In alto a destra un momento della mostra allestita a Laces in occasione del lancio della campagna informativa (Foto: Appa Bolzano)

Al teatrino dei burattini sono iscritte 40 classi delle scuole elementari (ca. 800 alunni), mentre al workshop sono iscritte 25 classi delle scuole medie (ca. 500 alunni). Molto positivi i riscontri raccolti tra il personale insegnante delle  scuole in cui si sono già svolte tali iniziative.


(Produzione: GNews su incarico dell’Appa Bolzano, ottobre 2017)

La prossima tappa della campagna Riscaldare con la legna, ma bene!, che si protrarrà fino a marzo 2018 , è prevista il 17 novembre nel comune di Sarentino. Gli altri comuni che hanno aderito all’iniziativa sono: Campo Tures, San Lorenzo, Lagundo, Vipiteno e Sluderno.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dell’Appa Bolzano e nella Newsletter Ambiente Informa del 17 ottobre 2017.

(NaF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *