Performance e accountability di sistema

galli

Il tema del ciclo della performance, Performance e accountability di sistema, è stato affrontato dal professor Davide Galli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nonché presidente dell’OIV del ministero dell’Ambiente, tutela del territorio e del mare (Mattm).


Sono stati toccati i temi della:

  • validità: coerenza interna del modello di misurazione e la capacità del sistema di rappresentare in modo concreto quanto misurato
  • credibilità: capacità del sistema di chiarire il quadro delle responsabilità dei diversi soggetti coinvolti e di sostenere logiche di accountability
  • funzionalità: capacità del sistema di funzionare quale elemento di coordinamento in considerazione del quale i diversi soggetti assumono decisioni coerenti.

L’evoluzione del sistema di misurazione e valutazione della performance ha portato alla progressiva estensione e formalizzazione del sistema di misurazione, allo sviluppo del sistema di programmazione, alla prevenzione della corruzione (mappatura del rischio e definizione delle azioni di mitigazione), all’incremento dei livelli di trasparenza sulle attività svolte nonché alla necessità di effettuare precise ricognizioni del benessere organizzativo.

Il sistema di misurazione della performance è stato affrontato tanto nella sua dimensione tecnica quanto nel suo collegamento con il ciclo di gestione della performance. Principalmente due sono i temi principali affrontati. Anzitutto le condizioni abilitanti, ovvero quelle condizioni che costituiscono dei presupposti logici ed operativi utili affinché il sistema e il ciclo si sviluppino in modo efficace. Tali condizioni riguardano gli assetti di governance dell’amministrazione, il sistema di programmazione e controllo in essere e le modalità di gestione del personale. In secondo luogo viene preso in considerazione il sistema nelle sue componenti logiche è cioè il modello di misurazione, il processo, l’integrazione delle componenti del sistema, la trasparenza e gli indicatori.

Il professor Galli ha posto, inoltre, ai presenti alcune questioni quali:

  • garantire la correttezza delle rilevazioni e l’audit del sistema
  • il rischio di paradox of performance e distorsione dei comportamenti
  • l’impatto del sistema non è dato dalla somma degli impatti generati dalle singole agenzie
  • gestire e interpretare le disomogeneità organizzative intra aziendali e intra sistema non solo come anomalie
  • assumere l’omogeneità degli impatti quale variabile di outcome del sistema
  • i Lepta (Livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali) come strumenti che supportano la trasparenza dell’amministrazione
  • l’uso dei Lepta per la distribuzione di carichi di lavoro tra agenzie vs uso dei Lepta per la determinazione degli organici
  • lo sviluppo di carte dei servizi affidabili che identificano anche intervalli di normalità programmata.

L’intervento si è concluso con l’analisi di una serie di pro e contro dei sistemi di misurazione.

[abstract a cura della Redazione di AmbienteInforma, non rivisto dall’autore]

Vai alla presentazione Performance e accountability di sistema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *