Acque e clima, serve un approccio di sistema

Il tema della tutela delle acque va coniugato con le risposte al cambiamento climatico. È necessaria una visione strategica comune integrata e il Sistema nazionale di protezione ambientale (Snpa) avrà un ruolo importante nell’implementazione di sistemi avanzati di monitoraggio e di strumenti di modellazione. Il caso del bacino padano.

Continua a leggere Acque e clima, serve un approccio di sistema

Lo stato ecologico e chimico delle acque in Toscana

Nel 2015 si è concluso il secondo triennio di monitoraggio sullo stato delle acque della Toscana svolto da Arpat e condotto sulla base della pianificazione realizzata con l’analisi di pressioni e impatti. In Toscana sono 266 le stazioni su acque superficiali interne e di transizione e 19 su acque marino-costiere.

Continua a leggere Lo stato ecologico e chimico delle acque in Toscana

EVENTI – “Acque d’Italia”, conferenza nazionale il 22 marzo a Roma

Il 22 marzo, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, si svolge a Roma la conferenza nazionale Acque d’Italia. Quanta risorsa abbiamo, quanta ne usiamo, quanta ne sprechiamo, quanta ne avremo, come la tuteliamo, cosa fare contro il rischio clima promossa dalla struttura di missione governativa #ItaliaSicura. Leggi il resto > 

Confermata l’elevata qualità delle acque di balneazione del Piemonte

L’elevata qualità delle acque di balneazione dei laghi del Piemonte raggiunta nell’anno 2010, con l’idoneità alla balneazione di tutte le zone controllate e proseguita negli anni successivi, viene confermata anche per la stagione 2016. Il percorso di implementazione della Direttiva 2006/7/CE, per quanto riguarda il monitoraggio e la classificazione delle acque di balneazione, in Piemonte può dirsi ormai a regime. Leggi il resto

Balneazione in Veneto, nel 2016 qualità eccellente per più del 95% dei punti esaminati

Durante la stagione balneare 2016, sono stati esaminati 1046 campioni di acque di balneazione di cui 1045 sono risultati favorevoli per una percentuale di conformità ai valori limite di legge pari al 99.9% dei casi. Su 169 punti dei 174 che compongono la rete di controllo in Veneto è stata effettuata la classificazione 2016 basata sui dati degli ultimi 4 anni (2013-2016); per i restanti 5 punti, istituiti negli anni 2015 e 2016, non sono disponibili dati sufficienti per effettuare la classificazione. 163 punti, il 96.4% del totale esaminati, sono di qualità eccellente mentre 5 punti nel mare Adriatico e 1 nel lago di Santa Croce risultano di qualità buona.  Continua a leggere Balneazione in Veneto, nel 2016 qualità eccellente per più del 95% dei punti esaminati

ECOSCIENZA – Protezione delle acque e uso potabile, online il nuovo numero della rivista

La protezione delle risorse idriche e i piani di sicurezza sono al centro del nuovo numero di Ecoscienza disponibile online. Gli altri argomenti trattati: il sisma in Italia centrale e l’impegno di Ispra e delle Agenzie ambientali nel monitoraggio degli effetti ambientali, buoni propositi e piccoli passi per contenere il riscaldamento globale alla Cop22, Snpa e primo Consiglio nazionale, Arpae e le attese degli utenti, vino biologico e sostenibile. Leggi il resto >

Permafrost e qualità delle acque

La presenza di permafrost nelle Alpi sopra i 2.500 m di quota è maggiore di quanto più volte ipotizzato. In Alto Adige le aree di permafrost hanno un’estensione di circa 440 km2 (6 % dell’area totale), in Austria di circa 2.000 km2. Il permafrost, a causa della sua temperatura prossima a 0 °C, è sensibile agli innalzamenti della temperatura. Modelli climatici prevedono nelle Alpi per il 2100 un riscaldamento di 4 °C, si attende dunque un significativo scioglimento del permafrost e di conseguenza un aumento dell’instabilità dei versanti con una maggiore attività delle frane e anche variazioni del regime idrologico con ripercussioni sull’ecologia degli ambienti alpini di alta montagna.

Continua a leggere Permafrost e qualità delle acque

Progetti di cooperazione e gestione integrata dei corsi d’acqua montani

I fiumi sono gli assi dello sviluppo sostenibile nelle Alpi: forniscono acqua potabile e permettono l’irrigazione in agricoltura, sono una riserva di biodiversità, strategica anche per il turismo e permettono la produzione di energia. Tuttavia, i corsi d’acqua alpini possono fornire questi e altri servizi solo se ci prendiamo cura di loro e li manteniamo in buono stato. Il progetto europeo SPARE (Strategic Planning for Alpine River Ecosystems) ha come finalità l’armonizzazione tra utilizzo e conservazione della risorsa idrica.

Continua a leggere Progetti di cooperazione e gestione integrata dei corsi d’acqua montani

Stima dello Snow Water Equivalent in Valle d’Aosta

Quando osserviamo la neve che cade ogni inverno (o quasi) sulle montagne dell’arco alpino, è immediato pensare a settimane bianche, comprensori sciistici oppure alle valanghe e alla sicurezza in montagna. Ma non dobbiamo dimenticare che la neve è acqua allo stato solido che, durante la fusione primaverile ed estiva, diventa risorsa idrica. Non per niente, le Alpi sono definite dall’Intergovernmental panel for climate change (Ipcc) come le water towers d’Europa, a sottolineare l’importanza che gli ecosistemi di montagna hanno nel ciclo dell’acqua.

Continua a leggere Stima dello Snow Water Equivalent in Valle d’Aosta

Stagno del Calich (Sardegna): diminuisce il carico trofico

L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Sardegna dal 2010, nell’ambito del Piano di gestione – Riutilizzo delle acque reflue depurate del comune di Alghero, esegue indagini sullo stato trofico dello Stagno del Calich. Le indagini eseguite nel 2015 evidenziano una diminuzione del carico trofico dello stagno, rappresentato dai valori dell’azoto inorganico disciolto (DIN), in contrapposizione alle concentrazioni di fosforo e fosfati risultati in aumento rispetto al 2014, e la diminuzione delle concentrazioni di sostanze prioritarie con valori rilevati al di sotto dei rispettivi standard di qualità ambientali (SQA). Leggi il resto >

EVENTO – Il controllo della radioattività nelle acque potabili in Lombardia, seminario a Milano il 25 gennaio 2017

screenshot-docs-google-com

Il seminario Il controllo della radioattività nelle acque potabili in Lombardia: stato dell’arte, nuovi obblighi, prospettive, organizzato dal Centro regionale di radioprotezione (CRR) di Arpa Lombardia, si terrà il 25 gennaio 2017 a Milano nell’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia.

Continua a leggere EVENTO – Il controllo della radioattività nelle acque potabili in Lombardia, seminario a Milano il 25 gennaio 2017

Ispra e le Agenzie ambientali a Ecomondo 2016

ecomondo2016_300x

Ecomondo 2016 si apre tra pochi giorni a Rimini Fiera (8- 11 novembre). Dall’8 al 9 novembre si svolge a Ecomondo anche la quinta edizione degli Stati generali della green economy. Diverse le iniziative (congressi, seminari, tavoli tecnici) a cui partecipa il Sistema delle Agenzie ambientali  (Ispra/Arpa/Appa).
Continua a leggere Ispra e le Agenzie ambientali a Ecomondo 2016

EVENTI – IMPEL Water conference 2016

BannerConvegno-1020_150_3

hashtag #Impel2016

Water as a precious good for life, many reasons to protect it, Florence, Italy, 5th and 6th 0ctober 2016.  The Conference aims at improving understanding of WFD implementation issues from across the EU Member States using the findings of the SWETE project questionnaire and direct information from key MS. From this, the needs and priorities for support and mechanisms for providing best practice information will be determined. A primary aim and intended outcome of the Conference is building and strengthening the IMPEL Water and Land community through the offering of mutual support, training opportunity and exchange of good practices. Link all’evento >  Programma >