Con l’estate vien l’ozono, anche in Piemonte

Quest’anno, a stagione estiva non ancora conclusa, in Piemonte in quasi 80% delle stazioni il valore orario è stato superato in almeno un giorno mentre, nell’analogo periodo del 2016, circa il 60% delle stazioni.

Continua a leggere Con l’estate vien l’ozono, anche in Piemonte

Qualità dell’aria e ozono: al via in Emilia-Romagna il progetto CAPTOR


Il progetto europeo CAPTOR (Collective Awareness Platform for Tropospheric Ozone Pollution) punta sul coinvolgimento della cittadinanza per il monitoraggio dell’inquinamento da ozono. Arpae collabora al progetto per il confronto dei dati rilevati con quelli della rete di monitoraggio regionale.

Continua a leggere Qualità dell’aria e ozono: al via in Emilia-Romagna il progetto CAPTOR

Firmato a Bologna l’accordo per contrastare l´inquinamento atmosferico nel bacino padano

Il 9 giugno, a due giorni dal G7 Ambiente, il ministero dell’Ambiente e le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto hanno firmato a Bologna il Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano. Il documento ribadisce la centralità di una lotta condivisa contro l’inquinamento atmosferico, fenomeno particolarmente intenso nei territori del Nord Italia. Leggi il resto >

I modelli del Centro meto-clima dell’Arpa Campania

Il Centro meteorologico e climatologico della Campania (Cemec) è la struttura operativa Arpac dedicata a svolgere previsioni e valutazioni meteoambientali. Tra le sue prerogative vi è l’esecuzione delle catene modellistiche CHIMERE e SWAN.

Continua a leggere I modelli del Centro meto-clima dell’Arpa Campania

Qualità dell’aria, prevedere per prevenire le emergenze

Abbinare la raccolta e l’elaborazione dei dati degli inquinanti atmosferici alle previsioni meteo consentirebbe di attivare tempestivamente misure emergenziali. In collaborazione con l’Università di Bologna, Arpae sta testando un nuovo modello previsionale con risultati interessanti. Leggi l’articolo in Ecoscienza 1/2017 >

Acciaierie, Arpa Veneto pubblica uno studio sulle emissioni in aria delle acciaierie vicentine

Si chiama Progetto Acciaierie lo studio sulla qualità dell’aria svolto da Arpa Veneto tra il 2015 e il 2016 ad Altavilla Vicentina e a Vicenza per valutare l’impatto sull’inquinamento dell’aria delle aziende locali. Nella relazione i dati e una valutazione, relativa a ciascun inquinante, della differenza tra siti esaminati. Continua a leggere Acciaierie, Arpa Veneto pubblica uno studio sulle emissioni in aria delle acciaierie vicentine

L´esposizione come fattore di rischio cardiovascolare

Importanti passi avanti per limitare gli inquinamenti atmosferici hanno prodotto in Europa un miglioramento della qualità dell’aria, ma l’inquinamento permane un forte fattore di rischio per la salute, specie per l’apparato respiratorio, con effetti diversi a seconda delle sostanze inquinanti.

Continua a leggere L´esposizione come fattore di rischio cardiovascolare

Inquinanti atmosferici e patologie oncologiche

Ricerche statunitensi ed europee hanno dimostrato la potenzialità oncologica degli inquinanti atmosferici. Per determinare il rischio cancerogeno occorrono monitoraggi e studi in vitro. Di grande interesse sono i dati epidemiologici e sperimentali prodotti dal progetto Supersito in Emilia-Romagna.

Continua a leggere Inquinanti atmosferici e patologie oncologiche

Gli studi nell’area metropolitana di Bologna

Gli studi condotti nella realtà metropolitana bolognese sono stati finalizzati ad approfondire le evidenze su interazioni fra inquinamento atmosferico e salute umana. Tra i fattoti indagati la mortalità, il numero dei ricoveri, gli anni di vita persi, in una visione d’impatto a breve e a medio termine.

Continua a leggere Gli studi nell’area metropolitana di Bologna

Incidenza sulla mortalità o anticipo dell’evento?

Gli studi sull’inquinamento atmosferico evidenziano che l’impatto sulla salute non riguarda solo persone con condizioni compromesse. Prevalgono gli effetti a medio e lungo termine a causa dell’accumulo nel tempo. La ricerca epidemiologica può contribuire a indirizzare le politiche di intervento e valutarne l’efficacia.

Continua a leggere Incidenza sulla mortalità o anticipo dell’evento?