Vuoi aiutare la biodiversità? Basta un’app

micron

Sulla rivista Micron, di Arpa Umbria, un articolo illustra alcune app disponibili, che danno la possibilità ai cittadini di scendere in campo, diventando i primi alleati della comunità scientifica, e realizzando quindi esperienze di citizen science a difesa della biodiveristà. Vai all’articolo >

 

Reticula, la rivista dell’Ispra sulle reti ecologiche

reticula

Da alcuni anni si è affermato il principio che per salvaguardare la biodiversità, in termini di specie e habitat naturali, è fondamentale prevenire le situazioni di discontinuità territoriale. In altri termini, per preservare i caratteri e i valori naturali di un territorio occorre impedire che questo sia frammentato a causa dell’azione diretta dell’uomo (costruzione di infrastrutture o insediamenti urbani). Tutto questo significa applicare il concetto di rete ecologica alla pianificazione del territorio e del paesaggio. Ideata dall’Ispra, Reticula è il nome della rivista scientifica che si occupa dell’argomento: un titolo scelto sia per l’evidente rimando al tema, sia perché la pubblicazione intende creare una rete fra tutti i professionisti del settore.

Continua a leggere Reticula, la rivista dell’Ispra sulle reti ecologiche

Sicilia diversa per natura e cultura: una strategia regionale per la tutela e la valorizzazione della biodiversità

jr04

Arpa Sicilia ha manifestato  un’ attenzione  particolare alla biodiversità e alle questioni connesse alla sua tutela e valorizzazione. Dapprima assicurando il coordinamento del Centro tematico nazionale Natura e biodiversità, mediante il quale il Sistema agenziale (oggi Snpa) insieme alle università e agli enti di ricerca, ha realizzato un percorso che ha permesso la definizione di Linee guida e la modellizzazione di alcuni metodi di indagine e di ricerca per la gestione della biodiversità. Continua a leggere Sicilia diversa per natura e cultura: una strategia regionale per la tutela e la valorizzazione della biodiversità

Una scheda informativa sulla biodiversità

biodiversita

La scheda informativa recentemente pubblicata da Arpa Toscana, si apre  informazioni su cosa è la biodiversità, la sua importanza, le cause della progressiva perdita di questo bene prezioso e insostituibile. La seconda parte della scheda è dedicata alla biodiversità marina e all’impegno dell’Agenzia in questo campo, con un occhio particolare riservato agli “oggetti” del monitoraggio dell’Agenzia: tartarughe marine, pesci cartilaginei, cetacei, macroinvertebrati bentonici, macroalghe, posidonia, coralligeno, fitoplancton e zooplancton.
Vai alla scheda >  Vedi la scheda sfogliabile>

Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

cetacei

Arpa Toscana, fin dalla sua istituzione nel 1996, si occupa di valutare la biodiversità marina e suggerire alla sua Regione gli strumenti opportuni per favorirne la sua conservazione. In questo articolo di fa un quadro riassuntivo delle principali attività svolte in questo campo da parte dell’Agenzia. Continua a leggere Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

VIDEO – Di alberi e meraviglia: il Bosco didattico di Ponte Felcino

Arpa Umbria, da alcuni anni, nei percorsi di educazione ambientale organizza al Bosco didattico laboratori e attività scientifiche inerenti i cicli vegetazionali e le caratteristiche delle diverse specie arboree e arbustive. Questo permette ai ragazzi di comprendere a pieno il ruolo ecosistemico offerto da foreste, boschi e alberi in rapporto alla biodiversità, ai cambiamenti climatici e al dissesto idrogeologico. Vai al video >

EVENTO – Wild Landscape e biodiversità nella progettazione degli spazi verdi

lomb-biodiversita

Il 15 Settembre 2016 a Bergamo presso la Sala Curò, via della Cittadella, si terrà un seminario formativo rivolto alle figure degli architetti e degli agronomi/forestali sulle opportunità di utilizzo delle specie vegetali autoctone nella gestione del territorio e del paesaggio, quale strumento di salvaguardia della biodiversità e di ricostruzione di Wild Landscape realizzato all’interno del Progetto Life Gestire 2020 dove Regione Lombardia è capofila.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Federazione regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali della Lombardia e con la Consulta regionale lombarda degli Ordini degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori.  La partecipazione all’evento dà origine a crediti formativi.

 

Chi ha visto la foca monaca?

M2E1L0-29R350B300

Si susseguono gli avvistamenti di esemplari del mammifero nei mari italiani. In particolare, la foca monaca sembra aver trovato uno speciale habitat presso le isole Egadi, dove lo scorso inverno è stata avvistata in più occasioni. Esperti dell’Ispra e dell’Area marina protetta (AMP) “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, hanno monitorato la presenza di un nuovo esemplare della specie attraverso un sistema di foto trappole. Continua a leggere Chi ha visto la foca monaca?

VIDEO – Raccontare e spiegare le attività Ispra sull’isola di Ventotene attraverso gli occhi di un bambino

ventotene

Un breve video che racconta, con gli occhi e la voce di un bambino, l’isola di Ventotene e le attività Ispra legate al monitoraggio della migrazione dei volatili sull’isola. Il bambino narrante da due anni ormai visita insieme al padre, le attività di monitoraggio dell’Istituto e il museo della migrazione di Ventotene. Link al video >