Sardegna, il sistema WebGis per accedere alla cartografia interattiva su clima e ambiente

sardegna_gis_clima_300x

Il sistema WebGis del Dipartimento meteoclimatico di Arpa Sardegna permette di accedere alla cartografia interattiva, relativa alle tematiche climatiche, bioclimatiche e ambientali. L’obiettivo è di rendere le informazioni disponibili a tutti i soggetti interessati ai dati tematici a supporto di analisi ambientali a scala regionale e locale. Leggi il resto >

Clima 2015 al Centro-Nord, un altro anno anomalo

ER_clima_300x200

Il 2015 è risultato, ancora una volta, un anno  caratterizzato da clima anomalo per le regioni centro-settentrionali dell’Italia: molto più caldo della media, con precipitazioni altalenanti e mesi siccitosi in molte zone; numerosi gli eventi meteorologici estremi. L’analisi del gruppo di lavoro Arcis a cui partecipa anche Arpae Emilia-Romagna. Leggi il resto >

 

 

 

“Are we ready for climate change?”, il video dell’Eea

EEA_clima_video_300x200

Il cambiamento climatico sta già causando una varietà di effetti per la nostra salute, gli ecosistemi e l’economia. Questi impatti diventeranno molto probabilmente più grave nei prossimi decenni. Ecco perché è necessario prepararsi con progetti e azioni di adattamento. Un video dell’Agenzia europea per l’ambiente (Eea) spiega tutto questo in parole semplici. Guarda il video

Climate change e città europee, il bisogno di diventare “resilienti”

micron

Le città di tutta Europa devono intensificare i loro sforzi di adattamento, se si vuole affrontare le sfide sempre più complesse causate dai cambiamenti climatici, quali inondazioni più estreme o ondate di calore prolungate. Il modo migliore per affrontare queste sfide è quello di assumere un approccio sistemico più ampio. Leggi l’articolo su Micron >

Clima in Italia: nel 2015 nuovo record della temperatura media annuale

indicatori-clima

Con valori di poco superiori al 2014, lo scorso anno si è attestato come il più caldo in assoluto nella storia del Paese. A determinare il picco sono state soprattutto le temperature di luglio e degli ultimi due mesi dell’anno, segnati da un clima particolarmente mite e secco rispetto alle medie invernali. Nuovi record di temperatura si sono registrati nelle regioni settentrionali e sulle stazioni in quota dell’arco alpino. Diminuite pressoché ovunque le precipitazioni nel 2015. Unica eccezione la Sicilia, dove gli eventi estremi sono stati particolarmente violenti. In tutto il territorio nazionale la poca pioggia ha portato con sé periodi di siccità specialmente negli ultimi mesi dell’anno. L’undicesima edizione del rapporto Ispra “Gli indicatori del clima in Italia” fotografa l’andamento del clima in Italia nel 2015 e aggiorna le stime degli ultimi dieci anni. Leggi il resto

Mitigazione dei cambiamenti climatici in Europa nel 2015

MITIGAZIONE

Un report dell’Agenzia europea fornisce una panoramica delle principali caratteristiche delle politiche attuate, adottate o previste dagli Stati, i loro obiettivi, la tipologia, i settori interessati, i soggetti responsabili dell’attuazione. Dove disponibili, vengono anche pubblicate le informazioni quantitative sulle emissioni di gas serra evitate grazie a tali politiche, sia a posteriori che in termini di risparmi previsti. Leggi il resto >

Raccontare il mutamento climatico: la “Climate fiction”

micron

La climate fiction, nasce nel 2007. La definizione l’ha inventata lo scrittore e giornalista nordamericano Dan Bloom per descrivere un sottogenere della fantascienza che si occupa di raccontare le possibili conseguenze del cambiamento climatico. Oggi la cli-fi è diventato un genere letterario affatto residuale e molti si domandano se questi romanzi potranno salvare il pianeta. Link alla rivista Micron >